Caos Wolff, parte la maxi causa: potrebbero arrivare le dimissioni

Toto Wolff è pronto a una dura causa legale, con le conseguenze che potrebbero anche portare a delle dimissioni.

La stagione di F1 2023 è giunta ormai al termine, ma questo non ha minimamente comportato a una riduzione delle polemiche che continuano anche nei momenti di stacco. Lo dimostra infatti Toto Wolff, con il Team Principal della Mercedes che si mostra sul sentiero di guerra a seguito di una serie di accuse nei propri confronti.

Mohammed Ben Sulayem dimissioni F1 Toto Wolff accusa
Toto Wolff (Ansa – derapate.it)

L’austriaco si trova in una situazione dove deve dichiararsi innocente di fronte alle accuse di un possibile favoritismo nei confronti della moglie Susie Stoddart. La motivazione deriva dal fatto che per la prossima stagione 2024 la Mercedes doveva annunciare qualcuno a capo della scuderia femminile della F1 Academy.

Per il colosso tedesco la soluzione migliore era quella di mandare in prima linea Susie Stoddart a gestire i piloti donna, ma il fatto di essere la moglie di Toto Wolff ha fatto storcere il naso a qualcuno. Le scuderie hanno subito voluto ribadire il concetto che non sono state loro ad aver accusato la Mercedes di possibili conflitti di interessi.

Una volta che il numero della gestione del muretto della casa tedesca ha stabilito che non sono stati i suoi avversari a volerlo indebolire, ha capito che tutto giungeva direttamente dalla FIA. La Federazione gestita da Mohammed Ben Sulayem ora dovrà rispondere delle dure accuse nei propri confronti, con Wolff che non ha di certo intenzione di abbassare la guardia.

Wolff contro la FIA: dimissioni per Ben Sulayem?

Toto Wolff non è nelle condizioni di accettare simili accuse, con il Team Principal della Mercedes che ha spiegato come sono ben 10 anni che subisce gravi accuse ai suoi danni, ma finché sono legate al proprio lavoro non vi sono problemi. Ben diverso invece è il caso in cui sia coinvolta la sua famiglia, con sua moglie Susie protagonista.

Mohammed Ben Sulayem dimissioni F1 Toto Wolff accusa
Mohammed Ben Sulayem (Ansa – derapate.it)

Ecco perché Wolff sta valutando una possibile causa contro proprio il Presidente della FIA, con la richiesta iniziale di Toto che porterebbe a un risarcimento mostruoso di ben 100 milioni di Euro. Una cifra che porterebbe con le spalle al muro il numero uno della massima competizione automobilistica mondiale, con Wolff che punta ad arrivare alle sue dimissioni.

Questo scenario avrebbe davvero del clamoroso, considerando infatti come Ben Sulayem è il numero della FIA dal dicembre 2021. Non basta dunque aver cacciato Michael Masi, il contestato direttore di gara che era stato considerato il principale colpevole per la perdita del Mondiale di Hamilton nel 2021. I rapporti tra Ben Sulayem e Wolff ormai sono tesi come mai prima d’ora.

Per poter chiedere le dimissioni del presidente, si deve però essere pronti a presentare anche una nuova figura, con Wolff che sembra prossimo a proporre Robert Reid. Quest’ultimo è il vicepresidente della FIA, con quest’ultimo che ha avuto anche un ruolo di primo piano per tanti anni nel WRC. La battaglia legale è solo iniziata e non è ancora per nulla chiaro come potrà concludersi. Il conflitto di interesse in casa Mercedes inoltre non è ancora stato chiarito e per arrivare a marzo 2024, quando inizieranno le gare, manca ancora tanto.

Impostazioni privacy