Stellantis in Italia, la svolta è storica: finalmente ha deciso di tornare

Stellantis sembra pronta più che mai a dirigere una svolta che può essere addirittura storica. I dettagli in merito.

Stellantis ha da sempre sposato l’obiettivo di portare le proprie aziende e sé stessa al vertice dell’automobilismo mondiale. E di fare di più, se possibile. Attivarsi al meglio per quanto riguarda la sostenibilità ambientale. Per farlo a dovere, il Gruppo nato dalla fusione tra FCA e PSA, è chiamato ad intraprendere relazioni di rilievo con partner strategici e anche con i Governi.

stellantis italia svolta storica
Stellantis (derapate.it)

Ovviamente, considerando le tante società italiane che albergano all’interno di Stellantis, l’Italia è uno di quei luoghi in cui il brand può condividere progetti ambiziosissimi e dall’importanza straordinaria anche in ottica futura.

In questo articolo parleremo proprio di questo, considerata l’importanza dell’argomento che molte persone stanno discutendo in queste ore. Approfondiamo la questione.

Stellantis, che news: ecco la svolta

A partire dal prossimo 6 dicembre, Stellantis darà il via ai colloqui ufficiali con il Governo italiano. Il motivo è legato alla discussione dei piani di investimento e di sviluppo della produzione in Italia. A confermarlo ci ha pensato Adolfo Urso, Ministro delle Imprese e del Made in Italy. L’importanza del raggiungimento di un accordo è presto detta; l’Italia vuole tornare a produrre almeno 1 milione di vetture all’anno, cosa che non avviene da fin troppo tempo. Il Gruppo può sicuramente arrivare ad un obiettivo di questo tipo. La produzione di alcuni modelli, come la Fiat Panda, potrebbe essere spostata nel nostro Paese.

stellantis italia svolta storica
Fiat Panda, possibile coinvolgimento futuro direttamente in Italia (derapate.it – Fiat)

Questo incontro, fissato per il 6 dicembre 2023, per Adolfu Urso rappresenta “un punto di svolta fondamentale per invertire la tendenza ald eclino dell’industria auto italiana”. Ma su cosa si baseranno questi colloqui? A quanto pare, sul rafforzamento dell’attività di ricerca e sviluppo, sugli investimenti in modelli di veicoli innovativi, sulla riqualificazione dei lavoratori e sul sostegno ai fornitori di ricambi per auto. E’ chiaro che la portata di tali discussioni è veramente notevole.

In gioco c’è infatti il progresso e il miglioramento di un settore interno, che purtroppo negli ultimi anni si è trovato a doversi difendere più che a risultare brillante e ad attaccare i grandi rivali provenienti dall’estero. E non solo a causa dell’avvento del Coronavirus. Quindi il possibile binomio Stellantis – Governo italiano, strategicamente parlando, può cambiare in meglio tantissime cose. Vedremo solo con il tempo se e come la situazione cambierà. Il 6 dicembre, di sicuro, si trasforma in una data veramente fondamentale per il segmento delle quattro ruote.

Impostazioni privacy