Torna in Formula 1, annuncio imminente: ormai è fatta

La Formula 1 ha stretto un nuovo accordo che suscita reazioni diverse nei fan. Andiamo a vedere cosa è stato deciso dagli organizzatori.

L’inverno che intercorre tra il mondiale di Formula 1 targato 2023 e quello 2024 ha portato a tanti colpi di scena e notizie bomba, e nelle ultime ore ne è arrivata un’altra. Senza dubbio, la più importante è stata quella relativa all’addio di Gunther Steiner alla Haas, con il suo ruolo di team principal che verrà rilevato da Ayao Komatsu, ma non sarà l’unico boss che non sarà più al muretto.

Formula 1 che ritorno
Formula 1 pilota in azione (ANSA) – Derapate.it

Infatti, in AlphaTauri il posto di Franz Tost verrà preso dall’ex direttore sportivo della Ferrari, vale a dire Laurent Mekies, ma questa notizia era già nota dallo scorso anno. In queste ultime ore, il mondo della Formula 1 ha accolto un’altra novità, che però riguarda il calendario del futuro e non le squadre partecipanti. Nel Circus torna un evento che manca da molti anni.

Formula 1, il Circus correrà presto a Madrid

Il mondiale di Formula 1 sta per accogliere una nuova gara in calendario, con la notizia che presto verrà annunciata ufficialmente. Infatti, il Gran Premio di Spagna si correrà su un tracciato cittadino, situato nella capitale Madrid. Questo rappresenta una sorta di ritorno per il Circus, dal momento che si era corso nei pressi di questa città tantissimo tempo fa, sul tracciato di Jarama, situato alle porte di Madrid. L’edizione più incredibile fu senza dubbio quella del 1981, vinta dalla Ferrari 126 CK turbo di Gilles Villeneuve, che riuscì a tenere dietro un folto gruppo di avversari che erano ben più rapidi di lui.

F1 si correrà a Madrid
F1 piloti ai box (ANSA) – Derapate.it

Il ritorno di Madrid è previsto per i prossimi anni, anche se non è ancora chiaro se ciò avverrà nel 2026 o nel 2027. Attualmente, il Gran Premio di Spagna si disputa a Barcellona, sul circuito del Montmelò, che ha un contratto con la Formula 1 che sarà in vigore sino al 2026 compreso. Per questo motivo, è probabile che l’accordo venga rispettato, e che la capitale spagnola entri nel calendario tra tre anni esatti. Come detto, l’impianto sarà un cittadino, purtroppo l’ennesimo in questa categoria, che sta man mano eliminando tutti gli impianti storici per ovvie ragioni di business.

Secondo quanto riportato da “Marca“, l’annuncio sull’ufficialità dell’arrivo di Madrid verrà dato martedì 23 di gennaio, dunque tra pochissimi giorni. Dietro a questo progetto c’è un piano studiato nei minimi particolari, anche in termini di definizione delle risorse e degli investimenti da fare. L’obiettivo è infatti quello di non ripetere il clamoroso fallimento di Valencia, dove il Circus disputò il Gran Premio d’Europa dal 2008 al 2012, che portò a poco pubblico e ad un tonfo sul fronte degli introiti.

In questo caso, Barcellona non avrà il suo posto in calendario come avvenne all’epoca, visto che si terrà una sola gara in Spagna, e sarà proprio Madrid ad ospitarla. A questo punto, il destino del tracciato catalano è segnato, e dopo aver perso i test invernali ormai da un paio d’anni, anche la gara iridata non verrà più disputata, un grande dispiacere per tutti gli appassionati.

Impostazioni privacy