Quasi 15mila euro di sconto in concessionario: come richiederlo, lo stanno ricevendo tutti

Andando in concessionaria è possibile ottenere uno sconto di circa 15mila euro. Basta seguire questi pochi passi per capire come richiederlo e riceverlo.

A partire da fine febbraio 2024 – secondo le informazioni diffuse fino a questo momento – sarà possibile avere un ulteriore bonus, attraverso la quale le famiglie potranno godere di alcune agevolazioni. I parametri stabiliti sia per ciò che concerne il reddito di riferimento sia per la tipologia di auto alle quali corrispondono gli incentivi già sono state specificate.

Incentivi ed ecobonus, le nuove linee guida per l'Italia
Sconto (derapate.it)

Sono manovre che riguardano iniziative comunicate da tempo dal Ministero per le Imprese e il Made in Italy, che da una parte intende tutelare coloro che hanno una condizione finanziaria che consente meno investimenti e dall’altra favorire la diffusione di vetture a meno impatto ambientale. Attualmente è corretto parlare di ipotesi di lavoro circa l’iniziativa, poiché potrebbe anche subire delle modifiche in attesa dell’entrata in vigore ufficiale.

In base alle prime informazioni in merito, qualora si decidesse rottamare una vettura fino a Euro 2 per acquistarne una che rientra nella fasce di emissioni di anidride carbonica fra i 61 e i 135 grammi per km, si potranno ottenere benefit economici di circa 3.000 euro. Ciò significa più o meno 1.000 euro in più rispetto all’anno precedente. Il massimo di valore che l’incentivo può valere è di 13.750 mila euro, nel caso di acquisto di un’auto elettrica con rottamazione di una vettura Euro 2.

Incentivi ed ecobonus: come funziona e per quali vetture vale

L’ecobonus dovrebbe restare suddiviso in tre categorie come in precedenza: auto elettriche comprese tra 0 e 20 g/km, vetture ibride plug-in nella fascia tra 21 e 60 g/km e le full hybrid o mild hybrid, che prevedono da 61 a 135 g/km di anidride carbonica. Gli importi saranno distribuiti fra nuclei familiari il cui reddito ISEE risulti inferiori ai 30mila euro annui. Sarà emanato un Dpcm dedicato proprio a tale argomento, in sostituzione di quello diffuso il 6 aprile 2022, facendo riferimento ai fondi assegnati da quest’ultimo proprio per il 2024.

Come ottenere l'ecobonus nel 2024
Ecobonus e incentivi, il piano dell’Italia per il 2024 (ANSA) – derapate

 

Sono da distribuire quindi 530 milioni di euro, ai quali si aggiungeranno le somme per le vetture elettriche e plug-in ancora non utilizzate. Il totale dovrebbe allora aggirarsi intorno ai 750 milioni di euro. Sarà modificato anche il termine di tempo massimo che può intercorrere fra l’acquisto della vettura con prenotazione dell’incentivo e la sua immatricolazione. Si passerà dai 180 giorni attuali ai 270, considerando i tempi logistici più lunghi del presente.

Impostazioni privacy