Toyota e Subaru, addio definitivo: non le vedremo più in Europa, decisione clamorosa

La Toyota e la Subaru hanno comunicato una decisione molto dolorosa, che non farà piacere ai fan. Addio agli storici modelli.

È un momento ricco di alti e bassi quello che sta vivendo il marchio Toyota, come ben sappiamo, il primo produttore al mondo di auto. Il 2023 è stato un anno positivo, con oltre 11 milioni di veicoli venduti a livello globale come gruppo, contando anche sul grande supporto del brand di lusso Lexus e sulla controllata Daihatsu che hanno fatto la loro parte.

Toyota Subaru modelli fuori produzione
Toyota Subaru addio ai modelli – Derapate.it

Tuttavia, nelle ultime settimane è emerso un vero e proprio scandalo, che ha portato allo stop delle vendite di ben 10 veicoli dotati di motore diesel. Il motivo è legato alla falsificazione di alcuni dati sui test svolti, che potrebbero aver modificato i valori sulle emissioni. Una situazione del genere, anche se in quel caso fu ben più grave, colpì anche la Volkswagen qualche anno fa. La Toyota ha una brutta gatta da pelare, ed ora è arrivata anche un’altra notizia che non farà piacere ai fan.

Toyota, la GR86 abbandona per sempre l’Europa

In Europa vigono leggi sempre più stringenti non solo per quanto riguarda il contenimento delle emissioni dei veicoli, ma anche in termini di sicurezza. Per questo motivo, la splendida Toyota GR86 dovrà abbandonare per sempre il Vecchio Continente, così come la Subaru BRZ. Entrambe, infatti, non sono conformi alla normativa “General Safety Regulations 2”, che porterà i due marchi a porre fine all’avventura delle coupé a trazione posteriore dalle nostre parti.

Toyota GR86 addio all'Europa
Toyota GR86 in mostra (Toyota) – Derapate.it

In tal senso, Patrick Scheelen, Senior Manager di Lexus e Toyota Gazoo Racing, ha fatto sapere che il piano di vendere la GR86 in Europa per soli due anni non subirà modifiche. Pertanto, non verranno applicati i necessari interventi volti a soddisfare i nuovi standard di sicurezza, e sono molti i punti che andrebbero modificati su questo modello per permettergli di circolare ancora sul suolo europeo.

In particolare, la GR86 ha un parabrezza che non è compatibile con la nuova telecamera utile per riconoscere i segnali stradali, una delle grandi novità introdotte con la nuova normativa. Questa è obbligatoria per tutte le auto nuove di zecca che iniziano la loro vendita in Europa a partire dal 2024, con tutti i marchi che si stanno adeguando in tal senso per prevenire nuovi problemi.

Il responsabile dei servizi marketing e delle comunicazioni del marchio Subaru, vale a dire Jurgen Ehlenberger, ha affermato: “Dopo la fine del 2024, non ci saranno più Subaru BRZ in Europa, la vendita di questi veicoli durerà solamente per quest’anno”. Si tratta di un addio pesante per gli appassionati dei marchi giapponesi, soprattutto per quanto riguarda la GR86, che ormai era diventata una delle sportive preferite dal pubblico.

La GR86, sviluppata da Gazoo Racing, reparto sportivo che cura anche i team impegnati nel FIA WEC e nel mondiale rally, è un vero e proprio portento, con una potenza massima di 235 cavalli, per 226 km/h di velocità massima. I prezzi partono da 36.360 euro, e per questo motivo, chi vuole avere la possibilità di acquistarla deve fare in fretta, perché il tempo sta per scadere.

Impostazioni privacy