RC Auto, riforma totale del Governo: sarà uguale per tutti, cambio radicale in arrivo

C’è una vera e propria rivoluzione per quello che riguarda la RC Auto, con una novità che era attesa da tanto tempo e che ora è ufficiale.

Uno dei temi che più spesso tiene banco in Italia è quello dei lunghi tempi burocratici che sono necessari per il passaggio delle leggi, ed anche di aggiornamenti che sono fondamentali per l’adeguamento ai tempi. Nelle ultime ore, il Governo ha reso nota la grande novità che riguarda la RC Auto, detta anche Responsabilità Civile, l’unica polizza obbligatoria per tutti i veicoli, che senza di essa non potrebbero circolare.

RC Auto che rivoluzione
RC Auto novità totale – Derapate.it

Poco tempo fa è stato reso noto che tutti i veicoli ne devono essere provvisti, anche quelli fermi da tempo in un luogo privato, per cui non sarà più possibile “staccare” la RC Auto per qualche tempo, in modo da risparmiare qualcosa. Di certo, questa non è stata una notizia proprio positiva, mentre lo è quella emersa nelle ultime ore, in base alla nuova decisione del Consiglio dei Ministri. Ecco tutti i dettagli.

RC Auto, ecco la notizia attesa da tempo

Per tutti coloro che attendevano, la notizia è appena arrivata. Il Governo ha cambiato del tutto le regole sulla RC Auto, dopo la bellezza di 18 anni di attesa. Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera ad una tabella unica che ha l’obiettivo di disciplinare il risarcimento del danno non patrimoniale, in particolari per quelle lesioni che vengono definite di non lieve entità, dette anche macrolesioni. Esse sono intese sia nella loro componente biologica che morale.

Assicurazione che novità
Assicurazione ecco le differenze – Derapate.it

Il nuovo DPR porta così in dote la Tabella delle menomazioni all’integrità psicofisica comprese fra 10 e 100 punti, ed è subito arrivato il commento di Adolfo Urso, ovvero il Ministro per le Imprese ed il Made in Italy: “La Tabella Unica Nazionale per il risarcimento del danno non patrimoniale, che era attesa da 18 anni, è ora realtà. Essa andrà a garantire a tutti coloro che hanno subito un sinistro il diritto ad un pieno ed equo risarcimento di quello che è stato il danno subito. Si tratta di un grande passo in avanti verso le maggiori certezze ed una uniformità di trattamento, che andrà a favorire sia i consumatori che le compagnie assicurative che si occupano dei risarcimenti“.

L’obiettivo, come detto dal Ministro stesso, è quello di assicurarsi che le vittime dei sinistri possano equamente accedere ai rimborsi, razionalizzando anche quelli che sono i costi che gravano sul sistema assicurativo. Inoltre, si vuole anche confermare e valorizzare il diritto dei consumatori di vedersi garantito un livello che sia definito almeno accettabile e sostenibile dei vari premi assicurativi.

La nuova Tabella verrà applicata a tutto il territorio nazionale, ai fini della liquidazione del danno non patrimoniale per lesioni di non lieve entità. Così facendo, si uniforma la quantificazione del danno, e si limitano anche le frequenti disparità geografiche. Dunque, si tratta di un grande cambiamento per la RC Auto, che ora avrà dei valori ben più egualitari, e la speranza è che possa risolvere le tante difficoltà di chi subisce sinistri senza poi ricevere rimborsi.

Impostazioni privacy