Bugatti annuncia l’addio: sarà l’ultimo modello prodotto, poi calerà il sipario

Dopo anni di onorato servizio, in casa Bugatti arriva la notizia che un noto modello non sarà più prodotto. Ed è uno dei più belli di sempre.

Il 2024 sarà una nuova stagione in cui un po’ tutte le case automobilistiche presenteranno nuovi modelli di natura elettrica, pronti a soppiantare quelli precedenti con motore termico. Diversi marchi hanno già in serbo diversi addii pesanti, che riguardano modelli storici.

Basti pensare soprattutto ad Audi e BMW, che sono tra quelle che più delle altre hanno intrapreso una veloce quanto radicale svolta del proprio parco auto. Ma ad esempio il 2024 vedrà l’addio alla “vecchia” Lancia Ypsilon ma anche alla Ford Fiesta, due auto che hanno fatto la storia delle citycar in Europa. Ma a salutare sarà anche una delle Bugatti più belle mai prodotte.

Bugatti annuncia l'addio: sarà l'ultimo modello prodotto, poi calerà il sipario
Bugatti (ANSA) – Derapate.it

Proprio quest’anno sarà prodotta l’ultima versione standard della Chiron, una delle vetture più fortunate del marchio. Una coupé con motore centrale, biposto e ad alte prestazioni, che nel 2016 subentrò ad un’altra meraviglia come la Veyron ma che ha avuto un successo davvero incredibile. Una macchina che rende omaggio a un grande pilota come Louis Chiron e che ne rappresenta al meglio lo spirito sportivo.

Questa Bugatti ha saputo conquistare per le sue linee e l’eleganza, oltre che la sportività e la tecnologia al suo interno. E ha vissuto anni importanti, caratterizzati anche da diverse edizioni speciali, che ancora adesso vengono prodotte per alcuni selezionati clienti. Ma ora è tempo di dire basta, almeno per la versione base. Ma c’è chi parla già di un nuovo modello in vista.

Bugatti, l’addio a un modello super

E’ stata una macchina, la Chiron, che ha fatto sognare davvero. Innanzitutto per la sua incredibile velocità: 420 km/h, un vero missile, che l’ha resa la più veloce della terra e capace di sfidare ogni tipo di mezzo sulle varie distanze. Merito di un motore che è un gioiello, derivato da quello della Veyron e che è un 7993 cm³, frazionato con la particolare architettura W16 e sovralimentato con 4 turbocompressori, seppur notevolmente modificato.

Questa Bugatti poi eroga più potenza grazie ai nuovi turbocompressori e ad altri particolari, tra cui l’adozione di un nuovo sistema di scarico più leggero, costruito completamente in lega di titanio.

Questa Bugatti dispone così di una potenza massima di 1500 CV, il 50% in più della versione “base” della Veyron, e tutta questa forza viene scaricata a terra da una trazione integrale permanente e da un cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti. La velocità è limitata a 380 km/h, ma si pensa che non solo supererebbe i 420 km/h ma potrebbe raggiungere anche i 500.

C'è l'addio alla Bugatti Chiron
La Bugatti Chiron (ANSA) – derapate.it

Unico anche l’abitacolo, costruito da Bugatti con un telaio a monoscocca in fibra di carbonio, che una rigidità torsionale paragonabile a quella di una vettura da competizione della categoria LMP1. Durante quest’anno saranno prodotte ancora le serie speciali, quali la Bolide, la W16 Mistral e la Pur Sport, poi però tutti dovremo salutare la Chiron. Compreso anche il suo mitico motore. Magari per un nuovo modello ancor più potente.

Impostazioni privacy