Dacia, che motori monta? Arrivano da un noto marchio automobilistico

Dacia è uno dei brand più di successo negli ultimi anni, ma che motore montano i suoi modelli? Sono di una nota Casa automobilistica

Dal 1966, anno della sua fondazione, ad oggi, di passi in avanti ne ha fatti la Dacia, casa automobilistica che, negli ultimi anni, si è imposta come uno dei brand di maggiore successo sul mercato.

Dacia motori auto gruppo Renault
Dacia, uno dei segreti del suo successo arriva da un altro marchio automobilistico – Derapate.it

Ad agosto, Duster e Sandero hanno guidato la classifica delle auto a GPL più vendute, mentre ad aprile scorso la sola Sandero è stata quella più venduta in assoluto in tutta Europa con oltre 18.500 veicoli immatricolati. Un primato, questo, riscontrato anche in precedenza e oggi è ormai diventato un vero e proprio best seller del mondo dell’auto.

Un successo storico per il brand rumeno che ha trovato nella sua offerta variegata e accessibile la ricetta segreta per rinascere dopo anni difficili. Il primo passo verso i recenti traguardi era stato compiuto nel 2010 con l’introduzione a listino del Suv Duster. Poi, ampliando e migliorando la gamma sotto il profilo dell’affidabilità, della sicurezza e della tecnologia, ha compiuto ulteriori step in avanti nel suo percorso di crescita.

Tutto questo, però, non sarebbe stato possibile se non fosse stato per il prezioso contributo di un marchio molto noto.

Dacia, il motore arriva da un marchio molto noto

Dal 1999, infatti, Dacia fa parte del Gruppo Renault, che ha via via investito sempre di più nel brand fino ad ottenere gli importanti consensi degli ultimi anni. In questi successi, un ruolo chiave lo ha ricoperto anche l’offerta delle motorizzazioni che, grazie all’esperienza del marchio francese, garantiscono consumi ridotti e prestazioni.

Renault fornitore dei motori a Dacia
Dacia, il motore arriva dalla Renault (Ansa) – Derapate.it

I motori di cui dispongono oggi i modelli Dacia, quindi, arrivano tutti dalla Renault e l’ultima generazione propone tutti propulsori a tre cilindri. In totale sono tre: il primo è un classico motore aspirato da 65 cv a benzina abbinato alla trazione anteriore e ad un cambio a 6 rapporti (disponibile anche il cambio automatico); gli altri due, invece, sono motori turbo a benzina da 90 e 100 cv di potenza (abbinati sempre a trazione anteriore e cambio a 6 rapporti manuale o automatico), che dunque assicurano migliori prestazioni.

È inoltre disponibile anche una doppia motorizzazione benizna/GPL, con il motore che, in questo caso, prende il nome di ECO-G. Un’unità da 999 cm3 che ritrova la trazione anteriore ed il solo cambio manuale a 6 rapporti. La potenza è di 101 cv, mentre la coppia massima erogata dal propulsore è di 170 Nm.

Impostazioni privacy