Auto elettrica, costo nascosto: prima la compri poi ti sveni, numeri agghiaccianti

L’auto elettrica nasconde molti guai, ed oggi vi parleremo di un problema comune, ma di cui si parla poco. Dato terribile.

Il futuro delle quattro ruote è l’auto elettrica, ma non tutti sembrano essere convinti. Le emissioni zero vengono viste come una sorta di imposizione dall’alto, dal momento che i consumatori, almeno per ora, non vedono con entusiasmo questo brusco cambiamento.

Auto elettrica che dramma
Auto elettrica brutta notizia – Derapate.it

La transizione sta avvenendo in modo molto rapido, visto che sino a pochi anni fa anche un’auto ibrida era una rarità dalle nostre parti. Ad oggi, invece, l’auto elettrica è considerata l’unico mezzo che verrà utilizzato in futuro, soprattutto in Europa, dove dal 2035 in avanti si fermeranno i motori termici per produzione e vendita.

Le auto elettriche sono, inoltre, molto costose e complesse da capire, ed il guaio vero vi capiterà in caso di guasto tecnico. Un problema può diventare molto costoso da riparare, e nelle prossime righe cercheremo di capirne i motivi. Se la vostra vettura ad emissioni zero si guasterà saranno problemi seri.

Auto elettrica, quanto costano le riparazioni

Un altro grave guaio che riguarda l’auto elettrica è il costo per le riparazioni, che è decisamente più alto rispetto a quelle tradizionali. Pensate che, in media, chi ha un guasto con una vettura ad emissioni zero deve pagare tra il 18 ed il 30% in più rispetto ad un possessore di un modello dotato di motore a combustione, delle cifre esorbitanti.

Auto elettriche che tragedia
Auto elettriche brutte notizie – Derapate.it

Proprio per questo motivo, la transizione verso l’auto elettrica come mezzo del futuro sta subendo vari ritardi, visto che tanti fattori non sono di gradimento per i consumatori. Sulle colonne di “Today.it“, il presidente di Federcarrozzieri, Davide Galli, ha parlato dei costi di manutenzione delle auto ad emissioni zero, che aumentano in modo esponenziale in caso di guasti.

Prima di tutto, un grosso motivo di aumento dei prezzi sono i patentini che servono per le riparazioni. Essi sono necessari per lavorare su elementi che hanno un rischio elettrico, ed il personale che è dotato del suddetto patentino è molto ridotto, e comunque la manodopera è piuttosto costosa.

A ciò si aggiunge anche una maggiore elettronica e tecnologie molto complesse sulle quali operare. Un’auto elettrica è ben più difficile da riparare rispetto ad un motore a combustione, ed inoltre, ci sono tanti software da dover gestire per fare in modo che il lavoro venga compiuto nella maniera migliore.

In generale, le procedure risultano essere più lente e complesse, per non parlare dei tempi di attesa e del ricevimento degli adeguati pezzi di ricambio. Per il momento, l’acquisto di una EV non conviene da questo punto di vista, e c’è poi anche il discorso batteria che fa paura e non poco.

La sostituzione di una batteria fuori dalla garanzia può costare svariate migliaia di euro, ed è per questo che le auto elettriche usate si svalutano moltissimo. Infatti, dopo un tot di anni la batteria perde di efficacia, e chi acquista una EV di seconda mano la paga poco perché c’è il rischio di dover rimpiazzare la batteria fuori dalla garanzia.

Impostazioni privacy