La nuova Panda che arriva a settembre sarà un piccolo suv e costerà meno di uno scooter: tutti in attesa

Si parla spesso della nuova Panda, un’automobile tanto attesa quanto desiderata. Quello che vedrete oggi vi sorprenderà.

Spesso e volentieri, anche negli ultimi giorni e nelle ultime settimane, si è parlato della Fiat Panda.

Una vettura davvero speciale, che presto dovrebbe essere presentata al pubblico di tutto il mondo e tra non molto essere rinnovata per dare in mano ai clienti e agli appassionati una nuova versione di un mezzo effettivamente estremamnete apprezzato in ogni angolo del globo.

panda novità dalla cina
Panda, novità in vista di settembre (derapate.it – Canva)

La sua storia supera i quarant’anni e scava profondamente nel passato, tra un presente che non dimentica e un futuro che vuole valorizzare quello che è stato di una vera e propria icona a quattro ruote.

In attesa di conoscere la novità della storica vettura italiana, comunque, a settembre verrà data vita ad una Panda. Ciò che state per leggere e vedere vi potrebbe lasciare a bocca aperta. E non solo per le caratteristiche dell’auto.

Panda, incredibile ma vero: di cosa si tratta

Non parliamo del noto brand italiano, ma del sottomarchio cinese di Geely: Panda. Quest’ultimo ha introdotto un nuovo veicolo e lo ha chiamato Panda Knight. Non il mezzo cinese più appetibile per l’occidente. E’ comunque in ogni caso una creazione interessante. Si tratta di un modello microelettrico di livello A00 e capace di supportare diverse modalità di ricarica. Il lancio ufficiale, come dicevamo, è programmato per l’inizio di settembre.

Lunga circa tre metri, larga 1,6 e alta 1,6, detiene un bagagliaio che – a sedili posteriori abbattuti – può raggiungere la capienza di 800 litri. All’interno c’è un quadro strumenti da 9,2 pollici e uno schermo di controllo centrale da 8 pollici.

panda knight cina geely novità
Panda Knight, che novità in vista di settembre (derapate.it – Geely)

E la sicurezza? Sotto questo punto di vista, la Panda Knight è dotata di airbag lato conducente, 2 set di interfacce per seggiolini per bambini, sistema di avviso della pressione dei pneumatici e tecnologie quali sospensioni indipendenti, servosterzo elettronico, sistema di frenata antibloccaggio, distribuzione elettronica della forza frenante, funzione di scorrimento a bassa velocità e assistenza in salita.

Dal punto di vista della potenza, il motore è capace di erogare fino a 40 CV di potenza massima. L’autonomia è di circa 200 chilometri. Il veicolo in questione supporta due sistemi di ricarcia: quella rapida da 22 kW e quella lenta da 3,3. Ci vuole circa mezz’ora per far passare la ricarica dal 30 all’80%. Il suo prezzo dovrebbe essere di poco inferiore agli 8mila euro. Un valore di mercato più che abbordabile per una vettura comunque interessante…in attesa della Panda ‘vera’.

Impostazioni privacy