Schumacher, non c’è pace: il suo “tesoro” ha subito dei danni

Sapete che fine ha fatto il prezioso “tesoro” del pilota di F1 più famoso del mondo? Purtroppo, come quella del campione, questa non è una storia felice… 

Nel mondo della Formula Uno esiste un periodo precedente ed uno dopo l’incidente di Meribel del 2013, una data impressa orrendamente nella memoria degli appassionati di F1. Quel giorno, infatti, è cambiata per sempre la vita di Michael Schumacher, leggenda delle corse e campione del Mondo per cinque volte con la Ferrari.

Schumacher retroscena Bugatti
Schumacher, a dicembre saranno dieci anni dall’incidente di Meribile (Ansa) – Derapate.it

Il prossimo dicembre, saranno passati ufficialmente dieci anni da quel giorno, eppure il tempo sembra essersi fermato per gli appassionati che hanno sperato per anni di ricevere notizie dalla famiglia del campione riguardo le sue condizioni dopo la caduta dagli sci che lo ha portato ad una lunghissima degenza in ospedale. Speranze frustrate dal comprensibile desiderio della famiglia di privacy e dal conseguente silenzio stampa.

Di Schumacher, comunque, si continua ancora a parlare. Intanto, per il fatto che, in teoria, il primato di sette mondiali conquistati dal campione tedesco potrebbe essere ancora superato da Lewis Hamilton, ora a pari merito con Schumi e chissà anche dal sempre più inarrestabile Verstappen. E poi, per le tante vicende che ruotano attorno alla vita del campione.

Schumacher, il retroscena su un suo “gioiello”

Una storia recente che ha come co-protagonista il campione più memorabile riguarda una delle sue eredità storiche. Nel parco auto impressionante di Schumi c’era, infatti, una vettura storica, la potente e rara Bugatti EB110, prodotta quando il marchio sotto la gestione italiana tentò una prima volta di tornare agli allori di un tempo prima di essere acquisito dal Gruppo Volkswagen che lo ha rilanciato come sappiamo.

Schumacher retroscena Bugatti
L’ignoto destino della Buagatti di Schumacher (Ansa) – Derapate.it

Schumi ha comprato una di queste supercar, essendo uno dei pochi uomini al mondo in grado di gestire il potente motore V12 da oltre 560 cavalli di potenza capace di spingere l’automobile a circa 350 chilometri orari e di spendere la cifra di 2 milioni e 200mila Euro necessaria per acquistarne una. Schumi scelse la versione GT e la volle gialla con gli interni in pelle trapuntata blu.

L’epilogo della storia di questa vettura però non è molto felice: l’automobile venne battuta all’asta nel 2010 ad un ignoto collezionista tedesco che la prese con se. Nel 2021 però, in seguito ad un grave episodio di maltempo, il garage di questa persona venne allagato danneggiando gravemente l’auto come ricorda Mowmag.

Ad oggi, non sappiamo neanche se la vettura sia stata riparata e se la rivedremo mai in strada o che fine abbia fatto. Schumi non ne sarebbe felice..

Impostazioni privacy