Fiat, ritorna l’iconica auto: il video fa impazzire tutti, parte il countdown in Italia

La Fiat sta riportando in vita tanti nomi storici, ed ora c’è chi spera realmente in un nuovo ritorno. Ecco il gioiello.

Oggi vi parleremo del marchio Fiat e del sogno di tanti fan, che vogliono il ritorno di un modello che ha fatto la storia di questo costruttore. La casa di proprietà del gruppo Stellantis, in questi anni, sta deliziando la clientela con l’immissione sul mercato di tante nuove vetture, che riprendono nomi storici.

Torna la FIAT Uno
Fiat logo (Adobe Stock) – Derapate.it

Il 4 di luglio scorso sono stati tolti i veli alla 600e ed alla Topolino, che con i modelli originali non hanno nulla a che fare, ma che puntano a far molto bene sul fronte delle vendite, seguendo target ben distinti tra di loro. La prossima sarà la Panda, attesa per l’11 di luglio del 2024.

Si tratterà di un Suv di Segmento B, un modello rivoluzionario, che ci porterà a dimenticarci dell’attuale citycar. La Fiat ha le idee chiare e vuole apportare tanti cambiamenti, ma ora ci concentreremo su un altro modello da sogno, che molti vorrebbero rivedere in chiave moderna. Ecco di che auto si tratta.

Fiat, si sogna il ritorno della Uno Turbo

Tra il maggio del 1985 ed il 1994, venne prodotta la Fiat Uno Turbo, l’ultima versione sportiva di questo modello. Si è trattato di un gioiellino molto amato da parte della clientela dell’epoca, ed oggi c’è qualcuno che sta sognando il suo ritorno, e stiamo parlando del designer ed architetto Tommaso D’Amico, che con le sue creazioni non delude mai.

Fiat Uno Turbo
Fiat Uno Turbo che gioiello (Instagram) – Derapate.it

Come potete vedere in questa foto, vediamo delle linee molto decise e sportive, che fanno rivivere i brividi delle auto di quel tempo, ma ovviamente con un aspetto aggressivo e legato ai tempi moderni. Per quello che riguarda gli interni, l’autore ha immaginato un sistema di infotainmente basato sulle tecnologie più attuali, con tutti i comfort desiderabili.

Parlando dei motori, la Fiat Uno Turbo rivista in chiave moderna è stata immaginata con la spinta del motore Hybrid 1.5 T4 da 180 cavalli di potenza massima DCT7, ed è stata anche ipotizzata la possibilità di aggiungere, con il passare del tempo, anche versioni ad emissioni zero. Per ciò che riguarda la carrozzeria, si punta su colorazioni sportive e moderne.

Va sottolineato, per onor di cronaca, che questo modello non è nei programmi della casa di Torino, dal momento che i modelli in programma sono la Panda del 2024 e la Multipla del 2025. Tuttavia, pochi giorni fa, come detto in precedenza, sono stati tolti i veli alla 600e, e questo è un dato indicativo. La casa di Torino sta infatti puntando su tante nuove auto che riprendono nomi storici, ma potrebbe esserci una controindicazione logica propriamente dedicata al nome.

La casa di proprietà del gruppo Stellantis, infatti, sta puntando su tanti modelli spinti da propulsione del tutto elettrificata, per cui, la denominazione Turbo verrà difficilmente sfruttata in futuro. Nel mondo dell’automotive è sempre corretto dire la famosa frase “mai dire mai“, ed attendiamo con ansia l’annuncio di quelle che saranno le vetture del futuro.

Impostazioni privacy