Revisione auto scaduta: intensificati i controlli per scovare i “furbetti”

In caso di revisione auto scaduta c’è il rischio di gravi conseguenze. Sono stati intensificati controlli, con pesanti conseguenze.

La revisione auto è un adempimento obbligatorio a cui sono sottoposti tutti i proprietari di veicoli a motore che circolano su stati pubblica.

Sanzione per revisione auto scaduta
Canva -Derapate

In base a quanto stabilito dal Codice della Strada un’auto di nuova immatricolazione deve effettuare la revisione dopo quattro anni. Successivamente la revisione va effettuata con cadenza biennale, rispettando le scadenze previste.

La revisione va effettuata presso un centro autorizzato e rappresenta un check up completo del veicolo con lo scopo di verificare che il mezzo sia in possesso dei requisiti di sicurezza minima per circolare.

Di recente, sono stati intensificati i controlli per scovare i furbetti che non effettuano la revisione auto. Eclatante è il caso di Cecina, dove sono stati identificate 88 persone e controllati 57 mezzi.

Revisione auto scaduta: tutto quello che devi sapere per evitare sanzioni

La revisione auto è un obbligo di legge che ricade su tutti i veicoli in circolazione. Il controllo va effettuato con cadenza periodica e serve a garantire il livello di sicurezza del veicolo.

Durante la fase di revisione, eseguita da personale specializzato, l’auto è sottoposta ad un attento monitoraggio. Durante, il check up i meccanici osservano il funzionamento meccanico con particolare riferimento ai freni, alle sospensioni, alle luci, alla frizione e alle emissioni di gas.

In sostanza, la revisione auto rappresenta una forma di tutela sociale che garantisce la sicurezza su strada e protegge l’ambiente.

Durante la fase di revisione, l’auto è controllata tenendo d’occhio anche la rumorosità della marmitta che, in caso di danneggiamento, potrebbe superare i limiti di decibel consentiti dal Codice della Strada.

Infine, sempre per garantire un buon livello di sicurezza al veicolo, sono controllati anche i sistemi di pulizia, come tergicristalli anteriori e posteriori, e gli avvisatori acustici.

In ogni caso, la revisione auto va effettuata presso le officine e i centri meccanici autorizzati dal Ministero dei Trasporti o direttamente alla motorizzazione civile.

Chi si rivolge ai centri meccanici autorizzati e alle officine dovrà sostenere un costo fisso di 65,68 euro.

Mentre coloro che si affidano alla Motorizzazione civile dovranno affrontare un costo inferiore di €45. Generalmente, la revisione auto ha una durata di circa 20-30 minuti.

Circolare con la revisione auto scaduta

Quali sono le conseguenze relative alla circolare con la revisione auto scaduta? A tal proposito, il Codice della strada è piuttosto chiaro: l’automobilista fermato dalle forze dell’ordine con la revisione auto scaduta va incontro ad una multa che parte da 173 euro e può arrivare a 694 euro.

La sanzione può essere raddoppiata nel caso in cui l’automobilista avesse omesso la revisione più volte.

In ogni caso, la mancata revisione auto determina anche il divieto di circolazione. Fino a quando l’automobilista non si sarà messo in regola con gli obblighi di legge. In tal caso, sarà possibile utilizzare l’auto solo ed esclusivamente per portarla ad effettuare la revisione presso un centro autorizzato.

Coloro che circolano con l’auto anche durante la sospensione rischiano di percepire un ulteriore multa, di valore decisamente superiore, che va da 1.998 a 7.993 euro.

In tal caso, scatterà anche il fermo amministrativo per 90 giorni, con la confisca del veicolo.

Se, invece, si presenta agli organi accertatori una revisione falsificata il codice della strada prevede l’applicazione di una multa che va da 430 a 1731 euro e il ritiro della carta di circolazione.

Il caso di Cecina

A quanto pare nell’ultimo periodo, i Carabinieri hanno intensificato i controlli sul territorio per scovare i furbetti che non effettuano la revisione auto obbligatoria.

È rimbalzato agli onori della cronaca il caso di Cecina dove, i Carabinieri della compagnia locale, hanno svolto un servizio a largo raggio con lo scopo di trovare i cittadini inadempienti.

Il controllo ha permesso di individuare 88 persone e di controllare 57 mezzi. Durante l’operazione è stato necessario procedere al fermo amministrativo di un’auto, che non risultava in regola con la revisione periodica. Inoltre, sono stati applicate tre contravvenzioni al Codice della Strada.

Impostazioni privacy