Motori diesel, ecco come non fare congelare il carburante durante l’inverno

I motori diesel sono tra i più difficili da dover gestire, per questo motivo ci sono delle tecniche da sfruttare durante l’inverno.

Molte automobili soffrono il freddo e bisogna dunque cercare di fare in modo che il motore non si deteriori proprio a causa delle basse temperature, con il diesel che da questo punto di vista è sicuramente quello che comporta i maggiori rischi e pericoli.

Motore diesel
Motore diesel (Adobe)

Ci sono dei metodi che sono considerati determinanti per poter evitare il deterioramento dei motori, in particolar modo quelli diesel che sono visti come quelli maggiormente a rischio nel corso degli anni.

In particolar modo sappiamo come il diesel soffra moltissimo le basse temperature e per questo motivo è fondamentale l’utilizzo di una serie di additivi che devono permettere così di mantenere quanto più prestazionale possibile il motore.

Il motivo è legato alla presenza della paraffina all’interno del motore diesel, con questa sostanza che rischia così di ghiacciarsi e solidificarsi, il che porta a un pesante intasamento del filtro limitando così l’iniezione del gasolio.

Ricordiamo infatti come sia estremamente diversa la temperatura alla quale ghiaccia il diesel rispetto alla benzina, con il primo che si solidifica solamente a -2°, mentre la verde ha modo di rimanere liquida fino a -25°.

Tutto ciò comporta a un intasamento del flusso regolare del gasolio che comporta a questo punto il mancato corretto funzionamento del veicolo, ma per fortuna ci sono dei possibili metodi e trucchi per poter limitare i danni.

Vediamo allora insieme quali possono essere le migliori soluzioni per poter avere un diesel sempre pulito e soprattutto che possa dimostrarsi prestazionali e adatto anche alle temperature più fredde.

Conservare i motori diesel: l’uso dell’additivo antigelo

La prima cosa da dover fare per poter mantenere inalterate le prestazioni del proprio motore diesel è sicuramente quello di aggiungere al suo interno un additivo che dovrà essere versato all’interno del serbatoio nel momento in cui si decide di effettuare il pieno.

Si tratta di un antigelo che può entrare già in circolo nella macchina nel momento in cui si effettuano solamente pochi chilometri, il che comporta un vantaggio decisamente notevole per il guidatore che non deve aspettare troppo tempo.

Tra i migliori in assoluto sul mercato vi è l‘Arexons, un antigelo che si distingue non soltanto per la sua efficienza, ma anche per il suo prezzo più che concorrenziale e sicuramente appetibile per tutti, infatti costa 10,49 euro.

Il suo utilizzo garantisce infatti un corretto utilizzo dell’automobile in qualsiasi circostanza, anche nel momento in cui la temperatura scende addirittura sotto i 20°, dunque si può dire di essere totalmente al sicuro in questi casi.

Un altro additivo che può essere consigliato in questi casi è il Goodyear Additivo Antigelo che si trova facilmente da qualsiasi rivenditore ufficiale, stazione di benzina e se voleste perfino da Amazon.

Anche in questo caso il principio è assolutamente identico, dunque l’additivo cercherà di rendere liquido il diesel anche nel momento in cui le temperature si fanno estremamente rigide.

Il fatto di entrare in contatto molto spesso con temperature estremamente rigide fa capire come mai quando decidiamo di farci una bella vacanza in montagna, tante volte ci troviamo a dover affrontare dei prezzi alle stazioni di benzina decisamente più alti della media.

Il motivo è che in molti casi questo additivo viene già inserito direttamente all’interno del carburante per fare in modo che non ci sia alcun tipo di problematica.

Impostazioni privacy