La Corea dichiara guerra alla Cina: il piano del Governo è chiaro, ora si fa dura

La Corea del Sud è pronta per una battaglia sul mercato contro la Cina, con le novità che faranno molto discutere.

Il mondo automobilistico sta attraversando un periodo di profondi cambiamenti, tanto è vero che sono sempre di più le auto elettriche presenti sul mercato. Molte nazioni stanno sfruttando nel miglior modo possibile questo periodo di transizione per poter diventare leader nel settore, proprio come stanno facendo la Corea del Sud e la Cina.

Corea del Sud Cina auto elettriche problemi Governo batterie LFP
La Corea del Sud fa la “guerra” alla Cina (Canva – derapate.it)

Il processo di sviluppo delle automobili coreane si è ormai completato, tanto da permettere a nomi come la Hyundai o la Kia di essere sempre più comuni al giorno d’oggi. Il Gruppo Hyundai inoltre è diventato sempre più dominante anche nel mondo delle corse e lo si vede con il grande inizio di WRC, con i successi a Montecarlo di Neuville e in Svezia di Lappi.

Trionfi che hanno messo così inizialmente in grossa difficoltà la Toyota, con la casa giapponese che ora dovrà cercare di rientrare in corsa. La Cina invece si sta facendo un nome da molto meno tempo e dunque non è per niente semplice riuscire a tenere il passo della concorrenza, almeno nelle gare dove per ora è presente solo in Formula E con la ERT.

Proprio questo sviluppo delle auto a impatto zero ha fatto sì che la Cina divenisse sempre più conosciuta in ambito motoristico, considerando infatti come al proprio interno abbia una grande quantità di materie prime atte a creare batterie. Con il Giappone intenzionato a produrre prettamente auto ibride, la Cina sembrava avere il controllo in Asia del mercato, ma a quanto pare non è così.

Corea del Sud sempre più elettrica: come si “combatte” la Cina

Per poter fare in modo che i cittadini delle grandi nazioni economiche, come lo è la Corea del Sud, possono decidere di acquistare delle auto elettriche, è necessario fare in modo che ci possano essere degli incentivi e delle sovvenzioni. Ed è proprio questo il nuovo piano strategico del Governo sudcoreano.

Corea del Sud Cina auto elettriche problemi Governo batterie LFP
Hyundai Kona, auto elettrica (Hyundai Press Media – derapate.it)

La decisione è stata presa nel momento in cui colossi americani come la Tesla e soprattutto la cinese BYD, hanno deciso di abbassare sensibilmente i prezzi. Questo ha portato le istituzioni locali a favorire sensibilmente il mercato interno e dunque a dare in modo che i cittadini della Corea del Sud diano maggiore fiducia alle auto nazionali, cercando di far sì che il prezzo di vendita possa essere più contenuto.

A parlare di questo cambio di prospettiva da parte del Governo di Seoul è stato il responsabile del settore automobilistico della Hyundai, ovvero Yong Jin-Soo. Quest’ultimo ha spiegato come il fatto che Tesla e BYD abbiano abbassato i prezzi ha fatto sì che scattasse una vera e propria guerra tra le varie case automobilistiche per i costi delle vetture a impatto zero.

Le soluzioni del Governo, secondo quanto riporta Korea Herald, sono quelle che porteranno a un sussidio massimo di circa 4800 Dollari, ovvero 4400 Euro, per l’acquisto delle auto elettriche, anche se si tratta di una piccola diminuzione di 225 Dollari, 207 Euro, rispetto al 2023. Solo però determinate auto con prezzi e autonomie di un certo livello potranno beneficiare di queste auto, con la Corea del Sud che vuole diventare leader nel settore.

Impostazioni privacy