ZTL, stangata terribile per gli italiani: nuova tassa da pagare, cittadini imbufaliti

ZTL: gli Italiani sono disperati ecco quale sarà la nuova tassa che entrerà in vigore e che limiterà ulteriormente la circolazione.

In questo periodo storico, il governo e i comuni puntano a ridurre il traffico cittadino così da limitare i danni dell’inquinamento atmosferico. L’impatto ambientale purtroppo, derivante dai vecchi mezzi di trasporto, è nocivo sia per l’ambiente, che per la nostra salute. Per questa ragione, sono molte le iniziative che mirano a supportare l’acquisto di nuove vetture a bassa emissione, come a ad esempio le auto elettriche, ma anche i monopattini e le bici, che sono ancora più sostenibili.

ztl nuova tassa
Nuova tassa per la ZTL (Derapate)

Nel centro storico inoltre, si tende a limitare la circolazione o ad impedirla del tutto, lasciando libero l’accesso solo ai residenti e ad alcune categorie speciali. L’obiettivo è sempre lo stesso, cercare di preservare per quanto possibile il benessere dei cittadini, e limitare i danni ambientali. Vediamo quali saranno i prossimi cambiamenti che entreranno in vigore a breve, e che potrebbero essere una vera e propria svolta, alla quale forse molti italiani non sono ancora pronti.

Nuova stangata in arrivo per gli Italiani ecco di cosa si tratta

Ultimamente si è molto parlato della questione congestion charge, si tratta di un sistema per consentire l’accesso a un’area del centro, con un ticket a pagamento. Ad essere nell’occhio del ciclone, sarebbe soprattutto la città di Roma, la zona interessata, sarebbe quella compresa tra le mura Aureliane.

ztl nuova tassa
ZTL- (Canva)- derapate. it

L’idea, sembra essere sul tavolo già da molto tempo, ma ora sembra essere avvenuta la pubblicazione del bando per realizzare la nuova piattaforma tecnologica. Una procedura dal valore di oltre 6 milioni di euro, finanziati anche con le risorse del Giubileo 2025. L’iniziativa è stata bandita da Roma servizi per la mobilità, e l’obiettivo è quello che entro un anno, la società vincitrice metta in piedi un software in grado di monitorare gli ingressi dalla ZTL attuale. Sarà inoltre realizzato un portale per rilasciare dei permessi e rendere possibile anche il funzionamento di chi non rispetti le regole.

Alcune norme simili, sembrano essere in vigore a Milano già da molto tempo e a quanto pare, anche la Capitale ha l’obiettivo di installare il proprio eco- pass. I tempi non sembrano essere poi così lunghi, il mese scorso Roma mobilità, ha dichiarato che il collaudo del sistema del centro, avverrà entro il 2025. Da quel momento, sarà possibile iniziare a far pagare gli automobilisti ed incrementare i controlli per far rispettare le regole.

Impostazioni privacy