Il nuovo motore Ferrari è già arrivato: concorrenza bruciata, appassionati in delirio

Questa notizia è molto importante per la scuderia di Maranello. Il nuovo motore della Ferrari è già pronto e sembra essere straordinario. La concorrenza resterà senza parole quando i piloti della ‘Rossa’ guideranno questo bolide in pista. Ecco tutte le novità.

La Ferrari viene da una stagione molto deludente, quindi ha l’obbligo di riprendersi. Lo ha più volte confermato anche Vasseur, pronto ad assumersi le proprie responsabilità qualora la Ferrari non dovesse lottare per il titolo mondiale nel corso della prossima stagione. Il 2023 della scuderia di Maranello è stato un anno da dimenticare, chiuso con una sola vittoria, quella di Carlos Sainz a Singapore, e tantissime occasioni perse.

Ferrari motore 2026 Formula 1
La Ferrari durante un pit-stop. Foto: Ansa (derapate.it)

Più di una volta, infatti, i piloti del cavallino sono partiti in pole position, ma hanno sempre avuto problemi tecnici e non sono mai riusciti a lottare per la vittoria finale. È successo soprattutto a Charles Leclerc, autore di una stagione in chiaroscuro, chiusa soltanto al quarto posto nella classifica piloti. Secondo alcune indiscrezioni, le buone notizie per la Ferrari potrebbero arrivare dal reparto motoristica. Il nuovo motore sembra essere molto performante e questa novità avrebbe ridato entusiasmo a tutti i componenti della scuderia.

Motore Ferrari 2026 già pronto: la ‘Rossa’ sarà competitiva

Nelle ultime settimane giravano molte voci sul motore che la Ferrari avrà sulle monoposto che scenderanno in pista nel 2026. Come già anticipato, i nuovi motori sono già pronti e sembrano essere piuttosto performanti. Se da un lato ci sono poche speranze di vittoria in vista del prossimo biennio, che sarà quasi sicuramente dominato da Verstappen e dalla sua Red Bull, dall’altro c’è grandissimo ottimismo per il 2026, quando saranno introdotte le nuove regole della Formula 1.

Leclerc Ferrari vittoria
Charles Leclerc spera di tornare vincente grazie al nuovo motore Ferrari. Foto: Ansa (derapate.it)

A Maranello si respira un’aria nuova, tutti sono in attesa di capire se la monoposto del 2026 sarà veramente competitiva. Nel 2026 ci sarà una ripartizione della potenza che prevede un utilizzo al 50% tra la parte ibrida e quella relativa al propulsore endotermico. Sembra che il 6 cilindri che la Ferrari avrà a disposizione fra due anni abbia superato tutti i test, sia quello della potenza che quello legato all’affidabilità.

Quest’ultimo argomento ha creato diverse discussioni nel 2023, quindi la scuderia di Maranello proverà ad evitare brutte sorprese in futuro. La parola chiave, quindi, non sarà “potenza”, ma “efficienza”. La Ferrari sta provando a concentrarsi soprattutto sulla fase di combustione perché nel 2026 saranno introdotti per la prima volta dei carburanti a impatto ambientale zero. Il reparto corse ha lavorato sodo anche durante le vacanze di Natale per portare avanti il progetto, l’obiettivo è quello di tornare vincenti a partire dal 2026.

Impostazioni privacy