MotoGP, ufficiale l’addio del pilota: dove correrà nel prossimo Mondiale

In MotoGP è giunta nelle ultime ore una news veramente molto importante e incredibile. Ecco di cosa si tratta.

La MotoGP sta volgendo al termine. Il 2023 è stato un anno intenso e sicuramente molto importante per la classe regina del motomondiale, con il titolo mondiale piloti assegnato a Valencia. Un momento sicuramente incredibile, non c’è dubbio in merito. Non è il solo motivo che rende estremamente interessante la categoria delle due ruote in questione.

vr46 e marini si separano
MotoGP (derapate.it – Ansa)

Soprattutto dal punto di vista del futuro, beh, qualcosa di effettivamente interessante bolle in pentola. E, a dire il vero, pare essere già pronto ad essere impiattato. Un pilota ha infatti deciso di dire addio al suo team.

Questa novità cambia davvero moltissime carte in tavola in vista del 2024. Scopriamo dunque dove correrà nella stagione che deve ancora venire. La possibile destinazione è di quelle veramente ambiziose.

MotoGP, addio al pilota: i dettagli

Erano settimane che si vociferava qualcosa del genere, ma adesso è arrivato anche il comunicato ufficiale del team Mooney VR46: Luca Marini lascia la squadra a fine 2023. Il comunicato parla chiaro: “Mooney VR46 Racing team e Luca Marini annunciano di non proseguire insieme nella stagione 2024. In accordo, giunge il momento di perseguire obiettivi e risultati ambiziosi seguendo strade diverse. Tutti augurano il meglio a Luca per il suo futuro”.

vr46 e marini si separano
Luca Marini dice addio alla VR46: il comunicato ufficiale (derapate.it – Ansa)

Per Marini sembra ormai essere davvero ad un passo la chance di sostituire Marc Marquez in Honda HRC il prossimo anno. Una possibilità che capita una solta volta – o poco più – nella carriera di un pilota. Il fratellastro di Valentino Rossi si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni in merito, spiegando che “è ora di abbracciare il mio nuovo percorso con entusiasmo, senza rinnegare ciò che ho fatto, ma con gli occhi puntati al futuro”.

Le parole dell’italiano fanno comprendere quanto sia vicino l’accordo con Honda. Marini arriverà nel team più importante della storia della MotoGP in costante crisi tecnica, ma anche di motivazioni e di identità. Una squadra a cui manca praticamente tutto quello che le aveva permesso di dominare la scena con Valentino Rossi prima e Marc Marquez poi, oltre ovviamente ai successi nel mezzo di Nicky Hayden e Casey Stoner.

Deve quindi ripartire da qualche certezza. Marini e Mir possono provare a dare questo e molto altro già a partire dal 2024. Vedremo come andranno a finire le cose. E VR46? Per la scuderia italiana si pensa già a Fabio Di Giannantonio come sostituto. Non c’è ancora niente di certo in merito, ma ci sono buone possibilità che dopo la bella prestazione del Qatar l’ex pilota del team Gresini rimanga in MotoGP.

Impostazioni privacy