Bollo auto, il trucco per risparmiare tanti soldi: notizia splendida

Il bollo auto è una delle tasse più odiate proprio perché legata al possesso della vettura. C’è però un modo per poter risparmiare, anche se molti non ne sono a conoscenza.

Avere una macchina è per molti indispensabile, soprattutto se non si ha un altro mezzo da utilizzare per recarsi sul posto di lavoro, oltre che per le varie commissioni da fare con cadenza quotidiana. Proprio per questo in tanti arrivano a fare non pochi sacrifici pur di acquistarla, ben sapendo di non poterne fare a meno.

Bollo auto, cambia tutto
Bollo auto (AdobeStock) – Derapate.it

Le spese però non si esauriscono a quanto previsto per l’acquisto, ma è necessario poi pagare ogni anno per assicurazione e bollo auto. La prima è ritenuta comunque una tutela importante in caso di incidente (oltre a essere obbligatoria per legge), mentre la seconda è considerata da molti un’ingiustizia, proprio perché dovuta per il semplice possesso della vettura.

Il bollo auto non piace davvero a nessuno

L’idea di pagare un importo, anche se non del tutto basso, per l’assicurazione della propria vettura non è ritenuta così terribile da chi guida, ma diverso è il giudizio nei confronti del bollo auto. Quest’ultima imposta, infatti, non piace praticamente a nessuno, proprio perché legata al semplice possesso del mezzo; si potrebbe quindi avere un veicolo stabile in garage per mesi, ma l’importo sarebbe dovuto comunque.

In più occasioni i vari governi che si sono succeduti nel nostro Paese hanno manifestato l’intenzione di abolirla, ma quelle parole si sono rivelate poi solo dei proclami mai tradotti in realtà.

bollo auto possesso
L’idea di pagare una tassa per il solo possesso dell’auto non piace a nessuno – Foto | Canva – Derapate.it

A stabilire la cifra sono diversi fattori, quali regione di residenza, potenza fiscale del veicolo e tipo di alimentazione, oltre all’anno di immatricolazione. Determinante è in modo particolare il valore dei kilowatt del mezzo, indicato nel libretto di circolazione, oltre alla classe energetica.

Le uniche eccezioni riguardano i veicoli con un contratto di leasing, usufrutto o acquisto con riservato dominio e quelli a noleggio a lungo termine senza conducente; in questo caso, infatti, a pagare deve essere chi riavrà il veicolo alla fine del contratto.

Risparmiare è possibile

Evitare di pagare il bollo auto non è possibile, ma anche se pochi lo sanno è possibile comunque mettere in atto qualche accorgimento per risparmiare sull’importo dovuto. Alcuni di questi potrebbero esserti davvero molto utili e permetterti di ridurre la spesa, oltre all’impatto che questa tassa ha sul bilancio familiare.

  • Paga in un’unica soluzione. Ci sono Regioni (il bollo auto è una tassa regionale) che consentono di avere una riduzione evitando di rateizzare.
  • Verifica se hai diritto a un’agevolazione. Ci sono alcune categorie di veicoli, quali le ibride e le elettriche che consentono in alcuni casi di avere diritto a condizioni agevolate o addirittura a un’esenzione.
  • Attenzione alla vettura scelta. È inutile puntare su Suv e station wagon se hai bisogno di un mezzo adatto per districarsi nel traffico, le city car possono essere più che sufficienti, hanno un costo di acquisto più basso, così come il bollo.
  • Scegli una vettura ecologica. Le auto a basso impatto ambientale prevedono costi ridotti per la tassa di possesso.
  • Punta sulla modalità di pagamento più vantaggiosa. Sono diverse le Regioni che prevedono uno sconto per chi opta per la domiciliazione bancaria, adatta anche per chi non vuole correre il rischio di dimenticare la scadenza.

Insomma, l’opportunità per non farsi andare di traverso una delle tasse più odiate potrebbe esserci davvero.

Impostazioni privacy