MotoGP, terribile annuncio: “Si farà male sicuramente”

La stagione del MotoMondiale 2023 sta regalando tanti spunti di riflessione, con un pilota che sembra però destinato a cadere di continuo.

Al momento Pecco Bagnaia si sta involando verso la vittoria del suo secondo Mondiale consecutivo, un successo che gli permetterebbe così di diventare ancora di più uno dei grandi protagonisti della MotoGP odierna.

MotoGP, l'annuncio terribile
MotoGP, l’annuncio è nefasto (ANSA) – derapate.it

Se da un lato la Ducati sta ottenendo grandissimi risultati anche con i Team satellite, ci sono delle moto che sono in totale disarmo. Una di queste è la Honda, con la casa giapponese che è ben lontana dall’essere quella Scuderia dominante che faceva sognare in passato.

La moto ha permesso a Marc Marquez di dominare in lungo e in largo per diversi anni le stagioni del MotoMondiale, con lo spagnolo che al momento vanta ben 8 titoli. Dunque è incredibile vederlo combattere per entrare in zona punti, con questi che al momento in classifica sono solo 15.

Una situazione davvero paradossale che sta portando grandi campioni, tra cui il suo ex compagno di squadra Jorge Lorenzo, a consigliargli il passaggio alla Ducati. Sarebbe un qualcosa di assolutamente incredibile, ma Marquez ha un contratto con la Honda fino al 2024.

Questo deve essere il suo obiettivo al momento e non deve perdere la concentrazione perché c’è ancora un’annata e mezzo da dover gareggiare con la casa giapponese. Per questo motivo non mancano i consigli da grandi esperti ed ex campioni del mondo che hanno fatto la storia, come per esempio Wayne Gardner.

Gardner striglia Marquez: “Temo per la sua vita”

Chi conosce molto bene il mondo della Honda è Wayne Gardner, con il campionissimo australiano che divenne campione nel 1987, proprio a bordo della moto giapponese. Per lui è inconcepibile quello che sta facendo Marquez, soprattutto a causa di uno stile di guida troppo aggressivo.

Marc Marquez, continuerà a cadere
Marc Marquez, problemi per lui in futuro (ANSA) – derapate.it

“Al momento credo che la soluzione migliore per Marc sia ritirarsi. Sono un suo grande tifoso, ma ho seriamente paura per la sua vita in questo momento. Ci sono piloti molto più giovani di lui e con una mentalità diversa, dovrebbe valutare il ritiro.” Con queste parole rilasciate a motosan.es, si può dire che Gardner abbia davvero sganciato la bomba.

Quando un campione del mondo parla di paura per l’incolumità della vita di Marquez significa allora che il suo stile di guida è diventato decisamente troppo pericoloso. Lo spagnolo è sempre stato in carriera un leone che non temeva nulla, ma ora la moto non glielo concede più.

Inoltre bisogna anche aggiungere come nel corso della propria carriera abbia già dovuto fare i conti con una serie pazzesca di operazioni e di infortuni Marquez non è più giovanissimo e ha già vinto tanto, per questo non può di certo accettare di rimanere nelle retrovie.

Gardner fa anche il paragone con i suoi tempi, spiegando come se ai suoi tempi un pilota avesse avuto cinque o sei incidenti all’anno sarebbe sicuramente morto. L’australiano striglia anche la Honda perché ritiene che la casa giapponese stia trattando Marquez quasi come un collaudatore. La situazione di Marc dunque si sta facendo sempre più critica.

Impostazioni privacy