All’asta una Ferrari da sogno: è appartenuta ad un Re

Una Ferrari che ha fatto la storia delle quattro ruote è ora all’asta, ed ora vi sveleremo la sua storia. L’auto è pazzesca.

Di Ferrari leggendarie è pieno il mondo, ma oggi vi parleremo di un modello che in molti avevano forse dimenticato, ma che è tornato a far parlare molto di sé. Al giorno d’oggi, viviamo in un periodo in cui anche il Cavallino si sta allineando con il mercato dell’auto, ma in passato non era così.

Ferrari che modello all'asta
Ferrari logo (Adobe Stock) – Derapate.it

A settembre dello scorso anno, tanto per farvi un esempio, è stato svelato il primo Suv della storia, il Purosangue, e nel 2025 arriverà la prima Rossa ad emissioni zero. Da questo punto di vista, la strada è tracciata, per la delusione di molti fan che non credono ancora a questa possibilità.

La Ferrari, in passato, si è distinta per delle opere d’arte che nulla avevano a che vedere con ciò che veniva proposto dagli altri costruttori, affascinando le persone più ricche ed influenti del pianeta. A questo punto, andiamo a parlarvi di una mitica vettura del Cavallino che ora andrà all’asta.

Ferrari, ecco la 250 GT all’asta del re del Marocco

Se volete sentirvi “reali”, ora c’è un’occasione giusta per voi. Infatti, è in vendita all’asta la meravigliosa Ferrari 250 GT che è appartenuta a Mohammed V, re del Marocco. Quella che abbiamo postato in foto è l’equivalente del modello attualmente in vendita, e, per la verità, occorre affermare che il modello finito all’asta non è in condizioni perfetta.

Ferrari 250 GT
Ferrari 250 GT gioiello all’asta (ANSA) – Derapate.it

L’auto è di colore azzurrino, ma sulla sua carrozzeria si vedono ed anche parecchio gli effetti del tempo che scorre, con molta ruggine presente in varie parti della supercar. La casa d’asta che si occupa dell’inserzione è la più famosa del mondo in questo settore, e stiamo parlando di RM Sotheby’s.

Si tratta dell’ultima delle quattro coupé del Cavallino realizzate con la carrozzeria Superamerica, costruite da Pininfarina. Questa non è dotata delle prese d’aria sui parafanghi ed, in tal senso, è davvero unica nel suo genere. Questo è quanto dichiarato dalla casa che si occupa dell’asta, ed è stata costruita nel lontano 1956.

All’epoca, fu subito consegnata al re del Marocco, che era appena tornato nel proprio paese dopo il lungo esilio a cui fu costretto dalla Francia. Nel febbraio di quell’anno, infatti, il Marocco divenne indipendente dai francesi, grazie soprattutto al grande impegno del sovrano, che oltre ad essere un amante della sua patria, amava anche le belle auto.

Questa Ferrari, dopo essere stata posseduta dal re del Marocco, ha cambiato tanti proprietari nell’ultimo mezzo secolo, e per il momento non sappiamo a quale cifra verrà battuta. Siamo sicuri, tuttavia, che verrà superato senza problemi il milione di euro, ma questo era prevedibile.

Parliamo di una vettura, come detto in precedenza, unica nel suo genere, ed a tutto ciò si aggiunge il fatto di essere stata posseduta da un re. A breve verrà anche comunicata la data dell’asta ed il luogo in cui si terrà, e non mancheremo di tenervi aggiornati su questo argomento, che può interessare gli appassionati.

Impostazioni privacy