Tsunoda batte Verstappen: la gara è da urlo, che sportellate tra loro

C’è la possibilità che Yuki Tsunoda possa battere Max Verstappen? La risposta è sì, con i due che si sono sfidati in una pazza gara.

I rapporti tra la Red Bull e la Alpha Tauri da qualche mese non sono più rosei come un tempo. Voci sempre più insistenti parlano infatti di un possibile addio da parte della Scuderia austriaca per quanto riguarda la strettissima collaborazione con la casa di Faenza.

Tsunoda batte Verstappen
Che sportellate tra Tsunoda e Verstappen (Fonte: Ansa Foto)

Al momento però i rapporti stanno continuando e lo sarà per tutto il 2023, con Max Verstappen che indubbiamente è il pilota di punta della Red Bull, e della F1 moderna, mentre la guida principale dell’Alpha Tauri è il giapponese Yuki Tsunoda.

In questo Mondiale sta dimostrando di essere superiore rispetto al compagno di squadra, l’olandese Nyck De Vries. L’ex campione del mondo in Formula E sta soffrendo moltissimo nel suo primo anno da guida ufficiale in F1, con il nipponico che invece sta ben figurando.

Ecco perché è stato scelto proprio il pilota asiatico per dare vita a una pazza gara proprio contro Verstappen. Nel weekend infatti si correrà il Gran Premio d’Austria e si è in piena casa Red Bull, per questo motivo era giusto creare una grande atmosfera in vista della prova.

Verstappen e Tsunoda sui Monster Trucks: vince il giapponese

In un “circuito” decisamente poco ortodosso, Max Verstappen e Yuki Tsunoda si sono dati battaglia nel circuito Erzberg, dove dall’8 all’11 luglio si correrà il classico Rodeo con le motociclette. Non sono stati però messi a bordo di una due ruote l’olandese e il giapponese, bensì per loro la sfida sarebbe stata a bordo di un incredibile Monster Truck.

La gara con il Monster Truck
Tsunoda batte Verstappen sul Monster Truck (Fonte: YouTube)

Non è stato per nulla semplice per i due capire i meccanismi di questo particolare e imponente mezzo, che è in grado comunque di sprigionare ben 500 cavalli. L’altezza di questi Monster Truck è di ben 3 metri e sono lunghi 5, dunque è tutto un altro mondo rispetto alla F1.

Inizialmente i due si sono dati battaglia a modi qualifica, con Verstappen che ha ottenuto un vantaggio di 3 secondi sul giro rispetto al giapponese. Tutto dunque secondo i pronostici ancora una volta? Nemmeno per sogno, perché Tsunoda è stato colui che, dopo uno studio del mezzo, ha saputo guidarlo meglio in pista.

Già alla prima curva infatti il pilota dell’Alpha Tauri si trovava in prima posizione e da lì non si è più schiodato. In questo modo ha potuto vincere per la seconda volta un trofeo all’interno delle sfide della Red Bull.

Il nipponico infatti aveva trionfato anche a maggio di una divertente gara a Miami contro Daniel Ricciardo, con la prova che prevedeva la guida di mini jet boat. Tsunoda sta vivendo un’ottima stagione in F1 e a quanto pare è davvero una guida adatta per ogni vettura. Si sa che Verstappen vuole sempre vincere, ma forse questa volta non sarà stato poi tanto dispiaciuto per la vittoria del piccolo collega giapponese.

Impostazioni privacy