Ritrovamento assurdo: venti Ferrari abbandonate in un granaio, ecco come sono ridotte

Assurdo quanto accaduto in America, dove una ventina di Ferrari sono state ritrovate in pessime condizioni in una sorta di granaio.

Il marchio Ferrari è sempre stato noto per i gioielli che produce, ed in questi giorni si gode una gioia non da poco. Infatti, è arrivato un fantastico trionfo alla 24 ore di Le Mans con la 499P, che fa eco a quello del Nurburgring con la 296 GT3. In sostanza, i due nuovi gioielli del Cavallino hanno fatto centro al primo colpo, ed ora vogliono continuare a stupire anche nelle prossime maratone endurance, a cominciare da Spa-Francorchamps tra poche settimane.

Ferrari storia assurda
Ferrari in mostra (Adobe Stock) – Derapate.it

Il reparto Competizioni GT, a differenza di quello F1, funziona alla grande, grazie alla gestione di un mito come Antonello Coletta, che ha saputo selezionare gli uomini giusti e piazzarli al posto giusto nel momento più opportuno. Solo i grandi leader sono in grado di fare scelte di questo, e lui si è dimostrato all’altezza del ruolo che svolge.

La Ferrari è entrata nella leggenda con il decimo successo della sua storia a Le Mans, ma oggi vi racconteremo una storia che è ancor più clamorosa ed incredibile. Infatti, alcune auto di lusso del Cavallino sono state abbandonate per tanti anni, prima di essere ritrovate in un posto imprevedibile.

Ferrari, guardate come sono state ritrovate queste auto

Nello stato della Florida, negli Stati Uniti d’America, è accaduto un qualcosa di pazzesco, dal momento che circa 20 Ferrari sono state ritrovate in quello che assomiglia ad un granaio abbandonato, restando praticamente in stato di degrado per tanti anni. Tuttavia, queste supercar potrebbero avere ora una nuova vita.

I capolavori di Maranello verranno infatti messi all’asta ai primi di agosto da RM Sotheby’s, che da sempre si occupa di aste di modelli di lusso, e che ora vuole dare una nuova luce a queste vetture spettacolari. Alcune di loro furono danneggiate dall’uragano Charley del 2004, ma tutti gli esperti che hanno dato uno sguardo a questa collezione ne sono rimasti estasiati.

I modelli eccezionali sono davvero molti, tra i quali spicca la Ferrari 250 GT Coupé Speciale, che risale al re Mohammed V del Marocco, datata 1956. C’è anche una 275 GTB/6C Alloy, il cui prezzo è stimato tra 1,9 e 2,3 milioni di euro, tanto per darvi un dato che sicuramente vi farà rabbrividire.

Le vetture del Cavallino, e ciò non è un mistero, hanno sempre avuto una marcia in più rispetto a tutte le altre, ma qui parliamo di un evento molto più che raro, parliamo di un qualcosa di assolutamente folle su cui nessuno avrebbe scommesso. Considerando gli anni di abbandono, infatti, le supercar sono ridotte anche bene, anche se qualche segno del tempo era inevitabile.

La casa di Maranello, nel corso del suo passato, ha costruito tanti gioielli di questo tipo, ed ora è il momento di dare loro una nuova luce. L’asta scatterà tra poco meno di due mesi, e siamo sicuri che non mancheranno coloro che vorranno portarsi a casa uno di questi gioielli, con prezzi che saranno superiori al milione di euro per ognuno dei veicoli.

Impostazioni privacy