F1, Hamilton lancia una stoccata alla Ferrari: i tifosi sono furiosi

Lewis Hamilton è in grossa difficoltà con la Mercedes F1 W14, ma si è detto soddisfatto per un aspetto. C’è di mezzo anche la Ferrari.

La terza visita del mondiale di F1 sul velocissimo tracciato cittadino di Jeddah ha mostrato un livello prestazionale molto chiaro. La Red Bull farà un campionato a parte, e con due doppiette consecutive ha già accumulato un enorme vantaggio in classifica mondiale, togliendo ogni minima velleità alla concorrenza.

F1 Lewis Hamilton (ANSA)
F1 Lewis Hamilton e la stoccata alla Ferrari (ANSA)

La seconda forza è l’Aston Martin, mentre la Mercedes ha superato la Ferrari rispetto al Bahrain. La F1 W14 si è piazzata al quarto posto con George Russell, seguito da Lewis Hamilton. Il sette volte campione del mondo vede comunque il bicchiere mezzo pieno, nella speranza che le cose migliorino.

F1, ecco le parole di Lewis Hamilton che gelano la Ferrari

La domenica di Jeddah ha confermato che la Mercedes F1 W14 non ha affatto il potenziale per poter puntare alla vittoria, ma qualche miglioramento si è visto. La freccia nera ha chiuso al quarto ed al quinto posto con George Russell e Lewis Hamilton, battendo la Ferrari su una pista che avrebbe dovuto sorridere al Cavallino.

Al termine della corsa, Sir Lewis ha commentato ciò che è accaduto in pista, risultando soddisfatto per alcuni aspetti, mentre ci sono tante altre cose su cui indagare. La leggenda della F1 si porta a casa un buon quantitativo di punti, confermando il quinto posto che era arrivato a Sakhir.

Ecco le sue parole: “Come squadra, abbiamo portato a casa un buon numero di punti e questa è una cosa positiva. Il terzo posto di George è fantastico (nella tarda serata di Jeddah, il podio è stato ridato a Fernando Alonso, ndr), mentre io sono stato in grado di risalire dalla settima posizione in griglia di partenza sino alla quinta, e questo mi rende comunque soddisfatto“.

Il nostro problema maggiore in questo fine settimana è stato l’assetto, e questo mi ha penalizzato in qualifica. Se fossi partito più avanti, avrei avuto maggiori possibilità in gara di concludere in una posizione migliore, ma è andata così. La nostra tattica era quella di andare più lunghi possibile con le gomme Dure, ma poi ci si è messa la Safety Car a danneggiare quelli che erano i nostri piani originali“.

Hamilton ha poi lanciato una frecciata alla Ferrari, con parole che di sicuro non fanno ben sperare i tifosi: “La Media ha comunque funzionato bene, anche se lo stint da percorrere era molto lungo. La cosa positiva è che non abbiamo avuto il degrado delle gomme che avevamo sofferto in Bahrain, cosa che ci ha permesso di essere più vicini a quelli che ci precedono. Inoltre, è fantastico essere davanti alle Ferrari. Abbiamo comunque tante cose da fare, ma c’è qualcosa di positivo che dobbiamo portarci via da questi giorni qui in pista“.

La Mercedes è pronta per rivoluzionare la vettura

La Mercedes non ha alcuna intenzione di mollare, e la F1 W14 attuale bocciata da Toto Wolff è pronta a cambiare pelle. Stando a ciò che si dice nel paddock, la nuova macchina arriverà già da Imola, dove si correrà nel week-end compreso tra il 19 ed il 21 di maggio, con il manager austriaco che non ha fatto mistero dei grandi cambiamenti che arriveranno.

La mentalità vincente di questa squadra si vede proprio dalla volontà di non arrendersi mai davanti a nulla, mentre da casa Ferrari tutto tace. Non si sa se e quando questa macchina verrà rivista, con il serio rischio di finire ben lontana dagli altri tre top team, mentre la Mercedes dopo Jeddah è tornata a sperare.

Lewis Hamilton Mercedes F1 (Ansa Foto)
Lewis Hamilton Mercedes F1 (Ansa Foto)

Le prossime gare saranno ancora in difesa, probabilmente puntando a confermare il ruolo di terza forza visto in Arabia Saudita, in attesa di attaccare almeno l’Aston Martin con il nuovo concept della vettura. Il team di Brackley non accetta la sconfitta, e prima di alzare bandiera bianca passerà ancora tanto tempo.

Impostazioni privacy