Bollo auto, arriva l’esenzione per queste categorie: splendida notizia

Anche nel 2024 alcune categorie non dovranno versare il bollo auto: una splendida notizia per tanti automobilisti.

Tutti i proprietari di automobili sanno bene che per fare in modo che la propria vettura possa circolare in piena regola c’è bisogno di provvedere ad alcuni pagamenti. Oltre al rinnovo dell’assicurazione e all’obbligo della revisione, i conducenti devono effettuare anche il versamento del bollo auto, vale a dire la tassa sul possesso del veicolo.

Bollo auto chi è esente
Alcune categorie non dovranno pagare il bollo auto – Foto Canva (Derapate.it)

Questo pagamento non può essere eluso: il bollo auto, infatti, va pagato a prescindere dall’utilizzo che si fa del mezzo in questione. Per farla breve, il proprietario di un automobile deve pagare il bollo anche se la vettura rimane ferma in garage. La buona notizia per il 2024 è che proprio come accaduto nel 2023 alcune categorie mantengono delle esenzioni su questa tassa sul possesso del veicolo.

Anche quest’anno, infatti, le persone che si avvalgono della legge 104 non sono tenute a pagare il bollo auto. L’agevolazione riguarda quindi le persone con ridotte o impedite capacità motorie in modo permanente, così come quelle con disabilità psichica e mentale, fino ad arrivare alle persone non vedenti, ipovedenti gravi o sordomuti assoluti. Anche i familiari delle persone con disabilità che le hanno a proprio carico possono godere dell’esenzione dal pagamento del bollo, ma solo se hanno un reddito annuo inferiore a 2.840,51 euro.

Addio bollo auto: queste categorie non devono pagarlo

L’esonero riguarda soltanto un veicolo: per ottenerlo basta presentare l’istanza all’ACI – in alternativa all’Ufficio Tributi o all’Agenzia delle Entrate – entro 90 giorni dalla scadenza del bollo. Anche i possessori dei veicoli ibridi ed elettrici possono ottenere l’esenzione dal pagamento del bollo, date le basse o nulle emissioni di questi mezzi. Tuttavia, in questi casi l’applicazione dell’esonero è a discrezione della Regione di residenza.

Bollo auto chi è esente
Anche le auto elettriche sono esentate dal bollo auto – Foto Canva (Derapate.it)

L’esenzione dal bollo auto riguarda anche i veicoli d’epoca. I veicoli che superano i 30 anni di età godono dell’esenzione automatica dal pagamento del bollo auto, anche se bisogna comunque provvedere al pagamento della tassa di circolazione forfettaria – che va da 11 a 30 euro in base alla tipologia del veicolo e alla Regione di appartenenza – se il mezzo circola su strade pubbliche.

Per quanto riguarda invece le auto che hanno un’età compresa tra 20 e 29 anni – e possono essere quindi considerate ‘storiche’ – scatta l’esenzione del 50%. Tuttavia, per ottenere questa agevolazione le vetture devono essere in possesso del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica rilasciato dall’ASI (Automotoclub Storico Italiano) e dei Registri di Marca. Infine, i veicoli di utilità sociale – vale a dire i mezzi di soccorso sanitario, quelli delle organizzazioni di volontariato, ecc. – non sono tenuti al pagamento del bollo auto.

Impostazioni privacy