La supercar olandese che non hai mai visto: lusso e potenza impareggiabili

Conosci questa supercar olandese? Prodotta nel 2005, l’abbiamo vista, naturalmente usata, a un prezzo molto conveniente. E’ un gioiellino.

Potenza e lusso camminano di pari passo, “fanno l’amore” e restano uniti per sempre: parliamo di motori si, di vetture di altissimo livello. Ci sono automobili, lo sappiamo bene, nate per stupire, nate per soddisfare l’ego maschile alla guida.

Supercar olandese spettacolare
Spyker C8 Spider (AdobeStock) – Derapate.it

Ci sono quattro ruote costruite e pensate da menti geniali, destinate a poche eletti, prodotte addirittura in serie limitata, proprio per i costi che occorre sostenere per realizzarle, anche per mantenere forte il messaggio “elitario” con il quale queste vetture finiscono nelle mani dei loro proprietari, i pochi fortunati al mondo che possono permettersi di guidarle.

E’ risaputo che, nel tempo, meno esemplari ci sono di un’auto di lusso più quest’ultima è destinata a diventare un gioiello da collezione. Scopriamo una perla di scuola olandese, un vero diamante grezzo. In questo caso parliamo di un’auto dal prezzo “importante” prodotta in circa 2mila esemplari.

Siamo di fronte alla Spyker C8, prodotta dagli olandesi della Spyker Cars. Sono quattro le versioni che conosciamo uscite sul mercato: la Spyker C8 Laviolette, la Spyker C8 Double 12, la Spyker C8 Aileron e naturalmente la Spyker C8 Spider. L’abbiamo trovata sul web, in un’annuncio che rappresenta un’occasione da cogliere al volo. Anno 2006, ottime condiziono, prezzo non da poco: 295mila sterline.

Spyker C8 Spyder a un prezzo incredibile: è il gioiello che sognavi

La Spyker C8 Spyder è un’esotica supercar olandese ad altissime prestazioni. La C8 Spyder ha due posti ed è una decappottabile. Ha un corpo in alluminio e un V8 da 392 cavalli da 4,2 litri interamente in alluminio di Audi. È controllata da un cambio manuale a sei marce e pesa solo 2750 libbre.

È costruita a mano (cosa non da poco) e presenta molte tecnologie tipiche di un’auto da gara: serbatoi di carburante di sicurezza da corsa, freni antibloccaggio da 14 pollici e sospensioni completamente regolabili. La Spyker C8 Spyder è uscita sul mercato nel 2005.

Spyker C8 Spyder
Spyker C8 Spyder: ecco l’annuncio che cercavi, è del 2006, è un gioiello – derapate.it

La potenza del motore e la qualità con cui è costruito, millimetro per millimetro, la rendono un’auto unica. Il V-8 interamente in alluminio prende vita con un rombo e si schiarisce la gola con autorità, emettendo toni di scarico inebrianti.

Ciò che potresti non sapere è che Spyker è in realtà una resurrezione del marchio di un famoso carrozziere olandese della fine del 1890 fino all’inizio del 1900. I veicoli a motore erano tecnologicamente avanzati per il loro tempo e riuscirono a rivendicare anche alcuni encomiabili record di velocità e resistenza.

La fusione con la Dutch Aircraft Factory NV poco prima della prima guerra mondiale portò alla produzione da parte dell’azienda di circa 100 aerei da combattimento, 200 motori aeronautici e alla nascita del loro slogan “Nulla tenaci invia est via” (per i tenaci, nessuna strada è impraticabile).

Maneggevolezza a parte, sportelli ad ali di gabbiano che emozionano, come detto la perla di questa vettura è il robusto V-8 da 4,2 litri, potenziato fino a 400 CV. È un abbinamento eccellente per il telaio e lancia in modo impressionante il C8 a 100 km/h in soli 4,4 secondi.

Una occasione da cogliere al volo, quindi, per chi può permettersi questo gioiellino: stai sicuro che non troverai mai una vettura del genere usata a prezzi molto ribassati rispetto alle cifre originarie di uscita sul mercato. Chi la vende l’ha tenuta come un figlio, l’ha coccolata e anzi nel tempo il suo valore potrebbe salire.