Nuova Alfa Romeo SZ, che roba è questo mostro? Sul web la clip già fa impazzire i fan

Alcune immagini appare sul web hanno mandato in visibilio i fan dell’Alfa Romeo, ed ora proviamo a capire di che modello si tratta.

In casa Alfa Romeo ci si gode un periodo di grandi successi sul fronte del mercato, con i dati del primo semestre del 2023 che evidenziano una crescita che non si vedeva da oltre tre anni. Il marchio del Biscione però non si accontenta, ed è pronto a lanciare tanti nuovi gioielli.

Alfa Romeo ecco la SZ
Alfa Romeo logo (Adobe Stock) – Derapate.it

Il 30 di agosto verranno tolti i veli alla nuova supercar, la 6C, e poi si passerò al nuovo B-Suv atteso per il 2024, che sarà elettrico. Dunque, i fan di questo marchio hanno molti motivi per pensare in grande, ed ora vi proporremo un altro storico modello che è stato rivisto in chiave moderna.

Alfa Romeo, andiamo a scoprire la splendida SZ

Tra il 1989 ed il 1991, veniva prodotta un’auto davvero unica, l’Alfa Romeo SZ. La sigla sta per “Sprint Zagato”, con quest’ultima che si occupava dell’assemblaggio nel proprio stabilimento di Terrazzano a Rho. Le sue forme erano molto aggressive, ed ora c’è chi sogna di rivedere in azione questo modello, rivisto in chiave moderna.

Nel video qui postato, caricato sul canale YouTube MOTORS“, c’è uno splendido render che ci mostra come potrebbe essere. Il modello originale fu prodotto in sole 1.036 unità in quel periodo, a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, ed il suo soprannome era “Il Mostro”, proprio per via del suo design, che fu realizzato da Robert Opron.

Secondo il render che abbiamo postato in alto, la SZ rivista in chiave moderna è immaginata come una coupé, che però riprende le linee muscolose della versione originale. Nella parte anteriore spicca la grande calandra di forma trapezoidale, e troviamo anche dei bei fari a tecnologia Full LED, che sono integrati nella griglia. Belle le due prese d’aria piazzate ai lati del cofano, che amplificano il suo aspetto aggressivo.

La presa d’aria spicca anche sopra al parafango posteriore, mentre i fari posteriori sono molto sottili e posti in posizione orizzontale. Impossibile non notare anche i due terminali di scarico di forma tondeggiante, che sicuramente darebbero un sound inconfondibile a questo gioiellino marchiato Alfa Romeo.

Purtroppo, non abbiamo notizie in merito alle caratteristiche tecniche immaginate dagli autori, ma a giudicare dal suo design, è evidente che si tratti di un’auto molto performante e forse con trazione integrale. Abbiamo parlato della presenza degli scarichi al posteriore, e questo è un indizio non da poco.

In base a questo dettaglio, possiamo capire come non si tratti di un’auto elettrica, e già questo sarebbe improbabile se l’auto venisse realmente realizzata. Entro il 2027, la casa di Arese vuole eliminare i motori a combustione, e la supercar 6C sarà l’ultima a montarli, ed arriverà nel 2026.

Va detto, ad onor di cronaca, che il render presentato è frutto della fantasia degli autori e che non c’è niente di vero dietro di esso. Per il momento, infatti, non ci sono reali progetti del marchio del Biscione, ma c’è da dire che vedere un mostro di questo tipo per le nostre strade sarebbe davvero un sogno.

Impostazioni privacy