Qualifiche F1

Le ultime notizie sulle qualifiche di Formula 1 con foto, video, commenti e opinioni.

GP Russia F1 2014: Bottas, che peccato! Rosberg: “Hamilton più veloce”

F1 Gp Russia, le qualifiche del sabato

Focalizzati sulla lotta Hamilton-Rosberg per la pole nelle qualifiche del Gran premio di Russia, l’ultimo giro di Valtteri Bottas è quasi passato “inosservato”. Il monitor dei tempi che si illuminava di fucsia nel primo settore, poi anche il secondo, sembrava essere con la pole nel mirino. L’errore, quello “fatale”, arriva nel T3, affrontato con le gomme al limite e due errori nelle ultime curve del tracciato di Sochi. Valtteri Bottas ha tenuto tutti sulle spine, regalando un’uscita sul rettilineo degna del miglior Vatanen o altri nobili connazionali maestri della guida di traverso.

Leggi l'articolo

GP Russia F1 2014: Kvyat stupisce, Vettel annaspa

F1 Gp Russia, le qualifiche del sabato

Sette decimi da Lewis Hamilton, otto rifilati al compagno di box. Daniil Kvyat conferma quanto di buono si è detto e scritto nei mesi scorsi, in quella che è una stagione d’esordio positiva. Nelle qualifiche del Gran premio di Russia, si prende il lusso di scattare dalla quinta posizione in griglia, sul lato pulito e con una Toro Rosso interessante sin dalla giornata del venerdì. Sognare un arrivo a podio forse è eccessivo, ma Bottas a parte, non ha grandi ostacoli da oltrepassare il russo di Roma. «Possiamo essere molto soddisfatti, domani si aprono molte prospettive con questa posizione di partenza», dice a caldo al termine delle qualifiche.

Leggi l'articolo

GP Russia F1 2014, Alonso: “Ferrari ok, gli altri sono 1 secondo più veloci”

F1 Gp Russia, le qualifiche del sabato

Un secondo e 2 decimi di ritardo, senza quasi accorgersene. Le qualifiche del Gran premio di Russia della Ferrari scorrono via senza lasciar traccia. Alonso ottavo, Raikkonen nono. Davanti c’è gente come Ricciardo, ma anche le McLaren e Kvyat, senza contare che Massa sarebbe stato anche lui lì, se non avesse avuto il guasto al motore che ne ha limitato la potenza in Q3.
Ci sarà poco da inventarsi anche con la strategia, perché sarà gara su una sola sosta quella di domani e una Ferrari in quarta e quinta fila dovrà sfruttare la partenza per guadagnare posizioni.

Leggi l'articolo

GP Russia F1 2014, qualifiche: Hamilton in pole, Bottas spreca tutto [FOTO]

GP Russia F1 2014, qualifiche

Ha scritto il copione che tutti si aspettavano, Lewis Hamilton nelle qualifiche del Gran premio di Russia a Sochi. Va in pole position davanti a Nico Rosberg, con 2 decimi di vantaggio. Ha tremato, però, negli ultimi secondi, quando Valtteri Bottas ha provato l’assalto alla pole del pilota inglese. Due settori record lo davano in corsa per la prima posizione, ma un ultimo settore con troppi errori e due uscite di traverso lo relegano in terza posizione. Gran qualifica per Daniil Kvyat, quinto dietro a Button e davanti all’altra McLaren di Magnussen. Da dimenticare la qualifica Ferrari: Alonso è solo ottavo, davanti a Raikkonen, nono.

  • podio qualifiche gp russia f1 2014
  • Gp Russia F1 2014, qualifiche (1)
  • Gp Russia F1 2014, qualifiche (2)
  • Gp Russia F1 2014, qualifiche (3)
  • Gp Russia F1 2014, qualifiche (4)
Guarda le foto e leggi l'articolo

GP Giappone F1 2014, Red Bull: Ricciardo svela il segreto nell’assetto

F1 GP Giappone 2014 venerdi per gara

In teoria, Suzuka doveva essere pista assai favorevole alla Red Bull, invece, dopo le qualifiche si proietta verso un Gran premio del Giappone con parecchi interrogativi. Solo sesto Ricciardo, dietro anche ad Alonso, addirittura nono Vettel, il terzo ferrarista, che fa diventare Daniil Kvyat il nuovo compagno di squadra dell’australiano col sorriso perenne.
Eppure, dietro la prestazione della RB10 si cela un possibile azzardo: un assetto ancor più votato al bagnato di quanto non abbiano fatto gli altri. Questione di altezze da terra? Possibile, così come variazioni sul tema della rigidità delle barre di torsione. Ricciardo non fa mistero: «Abbiamo un po’ cambiato l’assetto, maggiormente rispetto agli altri. Sesto è una posizione normale per noi, ma con il nostro setup credo che siamo a posto per la pioggia domani. Non so se lotteremo con Mercedes, ma Williams e Ferrari sì».

Leggi l'articolo

GP Giappone F1 2014: Bottas e Massa puntano al podio, pioggia permettendo

F1 GP Giappone 2014 venerdi per gara

Se fosse una gara asciutta, il risultato della Williams nel Gran premio del Giappone 2014 sarebbe sicuramente da podio. Ma a Suzuka si attende pioggia, importante, ad anticipare il tifone. E la FW36 non è certo macchina a proprio agio sul viscido, come già dimostrato nelle qualifiche di Spa, ad esempio. Lo sanno Bottas e Massa, autori di una qualifica consistente, che li porta in seconda fila dopo un venerdì che, almeno per Felipe, non era stato dei migliori.
Contento per tutto il week end, finora, è Valtteri Bottas: «Ieri eravamo molto veloci, come stamane: è positivo esserci avvicinati ancora di più. Sul bagnato sappiamo che potremmo faticare un po’ di più, ma dovremmo avere del margine alle nostre spalle e possiamo lottare per il podio».

Leggi l'articolo

GP Giappone F1 2014, Rosberg: “Penso a vincere, se piove è anche meglio”

qualifiche gp giappone 2014

Mentre tutto il paddock è concentrato sul mercato e l’annuncio a sorpresa di Vettel, loro due, Rosberg e Hamilton, si giocano il mondiale in pista. E a Suzuka, Nico ha sonoramente primeggiato sull’inglese, mai in grado di impensierire la pole in Q3. Due giri perfetti per il tedesco hanno allontanato le velleità di Lewis, tra l’altro con una monoposto problematica soprattutto in frenata, a causa di vibrazioni probabilmente conseguenti all’assemblaggio dell’anteriore dopo il botto nelle libere 3. Chiarisce subito che non vuole più pensare a Singapore, «siamo a Suzuka e penso a vincere.

Leggi l'articolo

GP Giappone F1 2014, Alonso: “Scelgo io dove andare e quando dirlo”

F1 GP Giappone 2014 venerdi per gara

I ferraristi, dopo le qualifiche del Gran premio del Giappone 2014, sono tre. Il migliore, almeno per posizione in griglia, resta sempre Fernando Alonso. La prestazione al sabato di Alonso, Raikkonen e Vettel, non è certo il dato di principale interesse. Certo, un Vettel nono e Raikkonen decimo ci si augura non siano lo specchietto della stagione 2015 della rossa, ma il tedesco dopo l’annuncio dell’addio alla Red Bull è nei fatti già uomo Ferrari, sebbene non possa ancora annunciarlo. Perché? Lo dice Fernando Alonso: «Sto pensando ancora, non è cambiato nulla da giovedì, la decisione ce l’ho da mesi in testa, cosa voglio fare».

Leggi l'articolo

GP Giappone F1 2014, qualifiche: Rosberg in pole, Alonso quinto [FOTO]

GP Giappone F1 2014, qualifiche

Nico Rosberg risponde con i fatti alle battute a vuoto registrate nelle ultime gare. La pole position nelle qualifiche del Gran premio del Giappone è sua, con quasi 2 decimi su Hamilton, mai in grado di impensierirlo in Q3. La seconda fila è tutta Williams, con Bottas davanti a Massa, poi c’è un Fernando Alonso che va al solito suo oltre la macchina e per un po’ illude in Q1 di poter rubare la quarta posizione a Massa. Tra Fernando e Raikkonen ci sono otto decimi: dicono tutto. Le Red Bull mancano all’appello, con Ricciardo appena sesto e Vettel nono, forse proiettati verso una gara bagnata e con qualche dettaglio sull’assetto rivolto principalmente alla domenica. Magnussen e Button completano la top ten, rispettivamente settimo e ottavo.

  • qualifiche GP Giappone 2014 (3)
  • qualifiche GP Giappone 2014 (1)
  • qualifiche GP Giappone 2014 (2)
  • qualifiche GP Giappone 2014 (4)
  • qualifiche GP Giappone 2014 (5)
Guarda le foto e leggi l'articolo

GP Singapore F1 2014, Red Bull: Ricciardo fiducioso per la gara

F1 GP Singapore 2014 venerdì pre gara

Cinquantatré millesimi. Tanti sono quelli che separano Ricciardo e Alonso. In mezzo, Vettel. Su una pista particolarmente favorevole alla Red Bull, il distacco rimediato dalla Ferrari è un’ulteriore conferma di quanto sia da accogliere favorevolmente la quinta posizione.
Solo un ultimo giro di Q3 non in linea con le migliori prestazioni già staccate prima, rifila Alonso indietro. Lo sa Chris Horner, che dice: «La Ferrari è stata molto forte per tutto il week end, abbiamo visto che Fernando poteva fare terzo, siamo stati fortunati con i tempi nei settori a mettere i due piloti davanti a lui».

Leggi l'articolo

GP Singapore F1 2014, Hamilton: “Ferrari vicine”; Rosberg: “Un nulla 7 millesimi!”

F1 GP Singapore 2014 venerdì pre gara

All’inizio della Q3, era tutt’altro che scontata la doppietta in carrozza per le due Mercedes nelle qualifiche del Gran premio di Singapore. Rosberg aveva stampato un super tempo in Q2, ma per fare la differenza serviva ripetersi.
Rosberg e Hamilton, due giri in fotocopia, separati da appena 7 millesimi dopo 23 curve e 5 chilometri e passa di circuito. Ma soprattutto gli avversari provano a far sentire il fiato sul collo: Ricciardo a meno di 2 decimi, Alonso a poco più; i presupposti per una gran gara, spettacolare, ci sono tutti. «E’ stata una gran qualifica, mi serve una grappa!», ammette Toto Wolff dopo aver messo al sicuro la doppietta.

Leggi l'articolo

GP Singapore F1 2014, qualifiche: Hamilton in pole, bene Alonso [FOTO]

GP Singapore F1 2014, qualifiche

Apparentemente, sono le solite qualifiche, quelle del Gran premio di Singapore. Ma non è così, perché a Marina Bay Lewis Hamilton stampa un gran tempo e si prende la pole position per appena 7 millesimi, precedendo Rosberg. Mai finora, però, c’era stata un’incertezza su chi avrebbe ottenuto il miglior tempo. La Ferrari fa sognare nelle prime due eliminatorie, con Alonso e Raikkonen velocissimi e in grado di stare nelle posizioni nobili. Fernando perde la seconda fila per appena 5 millesimi, questo il distacco rimediato da Vettel e in assoluto è una Ferrari a 230 millesimi dalla Mercedes. La sfortuna perseguita Raikkonen, convincente in Q1 e Q2 ma costretto a parcheggiare la F14 T per un problema al motore: partirà comunque in settima posizione.

  • GP Singapore F1 2014, Marina Bay (11)
  • GP Singapore F1 2014, Marina Bay (1)
  • GP Singapore F1 2014, Marina Bay (2)
  • GP Singapore F1 2014, Marina Bay (3)
  • GP Singapore F1 2014, Marina Bay (4)
Guarda le foto e leggi l'articolo

GP Monza F1 2014, Bottas: “Williams solida per la gara”

GP Italia F1 2014, giovedi pre gara

“Solo” terzo, Valtteri Bottas nelle qualifiche a Monza. Lui quasi se lo aspettava, tanto da dichiarare venerdì che l’obiettivo sarebbe stato essere tra i primi tre al sabato. Poi? Poi basta guardare il passo gara della Williams per scoprirlo reale minaccia in vista di domenica. Può resistere bene alle Mercedes, insidiare la vittoria se qualcosa tra Hamilton e Rosberg dovesse ancora andare storto. «Sono stato piuttosto vicino alla perfezione. Molte staccate sono sconnesse e con il poco carico aerodinamico e l’alta velocità non è semplice», spiega il finnico.
«Giro dopo giro i tempi erano consistenti, non c’era molto altro da tirar fuori dalla macchina».

Leggi l'articolo

GP Monza F1 2014, Hamilton: “Liberi di lottare”; Rosberg: “Penso a vincere”

risultati qualifiche gp monza f1 2014

Due decimi in qualifica possono sembrare pochi. Sono tantissimi quelli inflitti da Hamilton a Rosberg in un giro perfetto nel sabato del Gran premio d’Italia 2014 a Monza. Fare la differenza a parità di macchina con un avversario duro come il tedesco non era semplice, Hamilton c’è riuscito, volando letteralmente tra i cordoli della Roggia, la prima e seconda di Lesmo. Perfetto.
Dal canto suo, il leader del mondiale accetta la piazzola d’”onore” e si proietta allo start di domenica, ore 14, quando tutti punteranno gli occhi sulla prima variante, poi la seconda, per capire quanto siano credibili gli ordini Mercedes: lottate, ma vietato buttarvi fuori. «La seconda posizione in vista di domani è buona, sarà una gara lunga e tutto può succedere, proverò a fare una buona partenza», dice Nico.

Leggi l'articolo

GP Monza F1 2014: Ferrari, Alonso spera nel ritmo gara; Raikkonen delude ancora

GP Italia F1 2014, venerdì pre gara

Nel gioco delle coppie, Fernando Alonso balla da solo con la Ferrari dopo le qualifiche del Gran premio d’Italia a Monza. Kimi Raikkonen sbaglia due volte in Q2, nel giro cruciale, quello che avrebbe deciso il passaggio nell’ultima eliminatoria: la Roggia, prima in uscita largo sul cordolo, poi l’errore in frenata, spedisce il finlandese in 12ma posizione e solo grazie all’arretramento di Kvyat scalerà in 11ma. Troppo poco. «Ho dovuto ripetere il giro perché nel primo tentativo sono andato oltre il cordolo. Non mi aspettavo questa prestazione, è stato difficile trovare aderenza, ho fatto qualche piccolo errore all’anteriore. Domani cercheremo di dare il massimo, anche se sembra piuttosto difficile», spiega Kimi.

Leggi l'articolo
Seguici