Formula 1 2014

GP Cina F1 2014, prove libere 2: in diretta LIVE da Shanghai [FOTO e VIDEO] GP Cina F1 2014, prove libere 2: in diretta LIVE da Shanghai [FOTO e VIDEO]

La settimana prima dell’inizio del weekend di gara è stata molto movimentata. Da un lato si è parlato delle novità tecniche che debuttano sulle monoposto a Shanghai per il GP di Cina, ma in realtà la notizia che ha fatto parlare maggiormente noi...

GP Cina F1 2014, Alonso: Domenicali ha perduto delle opportunità

conferenza stampa Gp Cina 2014

Inevitabile che fosse Fernando Alonso al centro delle curiosità nella conferenza stampa del giovedì, quella che apre il GP di Cina 2014. Accanto a lui Hamilton e Ricciardo, ma è in casa Ferrari che si vuole provare a capire che aria tira. Via Domenicali, dentro Mattiacci: impensabile ottenere quel miglioramento che serve alla F14 T per competere nelle posizioni di testa. Ma cosa potrà fare la new entry a digiuno di attività in pista? «Dobbiamo dargli tempo e lasciare che si adatti. Bisogna che percepisca immediatamente il supporto di tutti per fare in modo che si senta a suo agio fin dal primo giorno e possa gestire il team con successo», commenta Alonso. Tempo, quello che la Ferrari in realtà non ha. «Non ho ancora avuto la possibilità di parlare con lui ma lo aspetto per dargli il benvenuto. Da parte mia farò di tutto per aiutarlo», continua Fernando.

Leggi l'articolo

GP Cina F1 2014: orari tv Rai e Sky e previsioni meteo di Shanghai [FOTO e VIDEO]

GP Cina F1 2013, gara

Altra prova stagionale del campionato di Formula 1 2014. La quarta tappa del mondiale si disputerà sul circuito di Shangai in Cina. Per gli appassionati delle corse ci sarà l’opportunità di seguire l’intero weekend cinese in diretta televisiva. La Rai ha infatti preso i diritti per seguire il weekend.
Oltre alla televisione italiana, per chi fosse abbonato alla televisione privata di Sky si potrò avrà seguire ogni minimo dettaglio: del Gran Premio. Gli orari per la diretta non sono di certo i migliori possibili per via del fuso orario asiatico ma, se ci si arma di buona volontà, si potranno seguire senza problemi.

  • Alonso-Raikkonen-Hamilton, podio GP Cina F1 2013
  • GP Cina F1 2013, gara - 25
  • GP Cina F1 2013, gara - 28
  • GP Cina F1 2013, gara - 43
  • GP Cina F1 2013, gara - 42
Guarda le foto e leggi l'articolo

F1 2014, Ferrari: Montezemolo team principal ombra? Mattiacci traghettatore?

F1 2014, Ferrari: Mattiacci traghettatore? Brawn, Berger, Bell o Briatore i veri candidati? Montezemolo team principal ombra?

Marco Mattiacci è il nuovo team principal della scuderia Ferrari di Formula 1 dopo le improvvise e sostanzialmente “indotte” dimissioni di Stefano Domenicali. L’uomo prima di Cina e poi d’America, 42 anni e tanti successi sul fronte commerciale, scelto dall’accoppiata Montezemolo-Marchionne… è solo un traghettatore? A dirla tutta non sembrerebbe. Perché scomodare una figura ritenuta così valida per fare il semplice tappabuchi? Se avessero cercato un nome di passaggio, avrebbero potuto affidare la guida del team a Pat Fry per qualche settimana. Per queste ragioni i rumours su Ross Brawn, Gerhard Berger, Bob Bell o addirittura Flavio Briatore vanno presi con le molle. Non è detto che qualcuno di loro non sia chiamato. Ma è un discorso che verrà affrontato, semmai, in un futuro non immediato.

Leggi l'articolo

GP Cina F1 2014: il QUIZ del Gran Premio di Shanghai

Quiz Derapate GP Cina 2013

E’ tutto pronto per il Gran Premio di Cina di Formula 1 2014. Da venerdì tutti in pista per il quarto GP della stagione. Ed è quindi giunto il momento per gli appassionati di cimentarsi con il Quiz sul Gran Premio di Cina. Quante edizioni hai seguito attentamente? Dieci domande sveleranno la tua preparazione su Shanghai e su tutte le edizioni fino ad ora svolte. Per i più bravi, un titolo ambito, che ripagherà tutte le sveglie mattutine da ormai tanti anni sino ad oggi.

Inizia il quiz

GP Cina F1 2014: arriva la Fanta F1 da Shanghai [FOTO e VIDEO]

Paddock Girls GP Cina F1 2013

Arriva il weekend del Gran Premio della Cina e si presenta immancabile il nuovo appuntamento con la FANTA F1!. Il tradizionale gioco a pronostici di Derapate.it segue con puntualità svizzera la stagione di Formula 1 2014. La sfida alla quale chiamiamo i nostri lettori è sempre la stessa: indovinare la pole position e i primi 8 classificati di ogni Gran Premio. Per fugare ogni dubbio, qui trovate il regolamento completo, mentre – per mettervi direttamente alla prova con il nostro gioco – basta cliccare qui. Chi sarà il prossimo vincitore del FANTA F1? Chi avrà l’occhio lungo un po’ di fortuna. Sicuramente. Ricordiamo che c’è tempo fino alle ore 23.59 di venerdì per indicare il nome del pilota che otterrà la pole position mentre si hanno 24 ore di tempo in più per pronosticare i primi 8 classificati e l’autore del giro più veloce in gara.

  • Paddock_Girls_F1_Cina_03
  • Paddock_Girls_F1_Cina_24
  • Paddock_Girls_F1_Cina_23 (1)
  • Paddock_Girls_F1_Cina_23
  • Paddock_Girls_F1_Cina_22
Guarda le foto e leggi l'articolo

F1 2014, Ferrari: l’era post-Domenicali inizia con l’obiettivo di arrivare secondi

GP di Formula 1 di Monaco Gara

In Ferrari sta iniziando l’era post-Domenicali. La stagione 2014 di Formula 1 ha ancora molto da dire ma il team italiano si è già dato un nuovo e meno ambizioso obiettivo: arrivare secondi. Non c’è da fare facili ironie sull’accaduto. Anzi, semmai è il caso di chiedersi se sia meglio portare avanti un’analisi lucida e spietata senza illudere ancora i tifosi oppure se continuare a spingere per la vittoria, senza mollare, anche quando questa appare oggettivamente irraggiungibile. La verità è che sono solo chiacchiere. Non è ancora chiaro quanto le dimissioni di Domenicali siano state spontanee e inattese o indotte e programmate da tempo. Non è chiaro e lo scopriremo solo apprezzando la tempestività con la quale la scuderia si saprà riorganizzare. Mattiacci è solo un traghettatore? Intanto, c’è da andare in Cina per dimostrare che, almeno il secondo posto nel mondiale, è qualcosa di realistico al quale ambire.

Leggi l'articolo

GP Cina F1 2014, anteprima: il trionfo Ferrari a Shanghai, un pallido ricordo

cover of 1397635672137534e3a582168a

Shanghai, 2013: Alonso e la Ferrari fanno sognare. Shanghai, GP Cina 2014: servirebbe un miracolo per ritrovare la Rossa sul gradino più alto del podio. Non basta che sia l’anno del cavallo quello in corso nella repubblica popolare, per l’anno del Cavallino si dovrà ancora attendere.
Sul bel tracciato disegnato da Tilke, nel week end in cui debutta Marco Mattiacci al muretto – lui più a suo agio finora nell’altra Cina dei motori, quella del salone di Shanghai (nemmeno a dirlo, nello stesso week end del gran premio) – cosa possiamo attenderci dalla Ferrari? E soprattutto, lo spettacolo del Bahrain è possibile che si ripeta? Due giorni di test avranno aiutato qualcuno a mettere a punto la macchina, pronta per novità da sperimentare nel venerdì di prove libere, ma quella supremazia Mercedes è e resta inattaccabile. Due gare, una per la vittoria – Hamilton o Rosberg – l’altra per il podio, i sorpassi, le emozioni meno scontate.

Guarda il video e leggi l'articolo

F1 2014, Red Bull-Fia: confermata la squalifica di Ricciardo in Australia

cover of 1397636581949534e3de5e7b9b

A Place de la Concorde, la Fia si è espressa sul caso flussometro Red Bull, confermando la squalifica di Daniel Ricciardo e del team austriaco, comminata dai commissari al termine del Gran premio d’Australia 2014.
Il dispositivo della sentenza è il seguente: «La seguente audizione alla Corte internazionale d’appello si è tenuta a Parigi, lunedì 14 aprile 2014. L’appello è stato presentato dal Österreichischer Automobil-Motorrad und Touring Club – Oberste Nationale Sportkommission für den Motorsport (ÖAMTC-OSK) in nome della Infiniti Red Bull Racing, contro la decisione n° 56 del 16 marzo 2014 dei commissari del Gran Premio d’Australia 2014, valido ai fini del campionato mondiale di Formula 1 2014.
Il 16 marzo 2014 la commissione di steward decideva di escludere la macchina n° 3 (pilota Daniel Ricciardo) dai risultati della gara perché non conforme con il Regolamento Tecnico (il delegato tecnico riportava ai commissari che la macchina n° 3 aveva superato il flusso massimo richiesto di benzina, pari a 100 kg/h).

Guarda il video e leggi l'articolo

Ferrari: chi è Marco Mattiacci, nuovo team principal della Rossa

Marco Mattiacci, Ferrari F1 2014

Chi è Marco Mattiacci? Studiando il curriculum dell’uomo dei “miracoli” – e a breve diremo il perché – emerge un profilo che probabilmente più lontano non si potrebbe dal mondo della Formula 1. E’ l’uomo giusto per la Ferrari? Se si cerca il tecnico che risolva le noie della F14 T, il Ross Brawn della situazione, non è certo lui. Se, invece, a Maranello serve un motivatore, un gestore di risorse, qualcuno che sappia tirare fuori il meglio da chi, in fabbrica, dovrà ridisegnare la nuova Rossa (possibilmente vincente), allora il romano Marco Mattiacci saprà far valere le sue competenze.
Il “miracolo” di Mattiacci è quello compiuto tra il 2010 e 2012, quando appena giunto al vertice della divisione Nord America del Cavallino Rampante – inclusiva anche dell’area centro e sud America – ha ottenuto un risultato in doppia cifra, portando la quota del marchio a un +20%.

Leggi l'articolo

Ferrari: le colpe di Domenicali, la F14 T e la ricerca del nuovo Todt

Stefano Domenicali Ferrari

La ricerca di un capro espiatorio, il bisogno di far capire che possono cadere teste importanti, un’onesta assunzione di responsabilità: possono darsi diverse letture dell’addio di Stefano Domenicali alla Ferrari. Consentiteci di dissentire, però, sulla visione generale per la quale vanno ascritte all’imolese le colpe dei fallimenti Ferrari in questi anni.
Non è servito a nulla cacciare Aldo Costa, non è servito a nulla mandar via Chris Dyer, perché dovrebbe funzionare con Domenicali? Tanto più rimpiazzandolo con un manager di simile estrazione, bravo quanto si vuole nella gestione commerciale, nel vendere Ferrari sui mercati forti, ma tutto da misurare nella gestione di una scuderia di Formula 1.

  • Ferrari, Stefano Domenicali (7)
  • Ferrari, Stefano Domenicali (75)
  • ferrari-f138-e-f2014
  • stefano domenicali vettel alonso
  • Ferrari, Stefano Domenicali (90)
Guarda le foto e leggi l'articolo

Ferrari, si dimette Stefano Domenicali!

cover of 1397488625719534bfbf1af992

Era la notizia probabilmente attesa da molti avvoltoi: Stefano Domenicali e la Ferrari separano le loro strade. Domenicali, una carriera iniziata in Ferrari nel 1991, ha attraversato l’era d’oro della gestione Todt, del quale era il braccio destro al muretto (epica la scena di Spa Francorchamps, 1998, quando prova a placare l’ira dello Schumacher furioso nei confronti di Coulthard; ndr) per poi prenderne il posto nel 2008.

Guarda il video e leggi l'articolo

F1 2014, Pirelli: pneumatici Hard in Spagna, Supersoft a Monaco e in Canada

cover of 1397555631981534d01afef9df

Da un estremo all’altro. In attesa che il Gran Premio della Cina 2014 di Formula 1, in programma domenica prossima a Shanghai, chiuda il cerchio delle prime 4 gare extraeuropee con l’accoppiata mescole Soft-Medium già vista in azione anche in Bahrain e Australia, la Pirelli annuncia cosa succederà quando il Circus tornerà in Europa. E non solo visto che è stato già deciso anche cosa sarà utilizzato per la trasferta nordamericana di Montreal. Per il Gran Premio di Spagna i team dovranno confrontarsi per la seconda volta in stagione con gomme Medium e Hard (usate anche in Malesia) mentre a Monaco e in Canada si passerà all’estremo opposto con mescole Supersoft e Soft.

Guarda il video e leggi l'articolo

Formula 1 nel caos ma la FIA non ha tutte le colpe!

Formula 1 e FIA nel caos

La bollente situazione che sta vivendo la Formula 1 oggi è di difficile soluzione. Forse il vero problema è proprio che non c’è chiarezza nella rotta che si vuole seguire e di chi siano le vere responsabilità. Tutto il resto, dalle polemiche sui regolamenti tecnico/sportivi all’imbarazzante dominio Mercedes fino al rebus sempreverde dei costi da abbassare, viene di conseguenza. Gli aspetti sui quali ci sarebbe teoricamente da intervenire sono molti ed eterogenei. Ad aggravare lo scenario è la pluralità degli attori in gioco che hanno, a loro volta, competenze ed interessi che tirano in direzioni completamente diverse tra loro. Gestire questa matassa è un’operazione non semplice per la FIA. Neppure per un sergente di ferro come Jean Todt.

Leggi l'articolo

F1 2014, Raikkonen:”La Ferrari non è stupida!” – Hamilton: “Qualcuno mi ha copiato…”

F1 2014, Raikkonen:La Ferrari non è stupida!

In Ferrari, dove ci sarebbero motivi per essere con i nervi a fior di pelle visto l’avvio di stagione 2014 di Formula 1, sembra regnare la calma. Tutti sono concentrati sul lavoro da fare e remano dalla stessa parte con grande fiducia nelle possibilità di rimonta. Persino linguasecca Kimi Raikkonen si dilunga nel lodare il team:”Non siamo stupidi in Ferrari!”, ha dichiarato ad Autosport. Eh sì, stavolta non ci sono dubbi. Lui non ha detto “scemi”. Né “geni”. Facili ironie a parte, il paradosso racconta che è in Mercedes che potrebbe scoppiare a breve un putiferio. Senza più incertezze, Nico Rosberg e Lewis Hamilton hanno capito che quest’anno saranno loro due a giocarsi il titolo mondiale. Per quanto tempo ancora resteranno amici? L’inglese ha già lanciato un messaggio al rivale:“Qualcuno ha studiato bene quello che ho fatto in Malesia dove ho dominato per ridurre il gap dalle mie prestazioni. Ora dovrò fare altrettanto anche io…”

Leggi l'articolo

Test Bahrain F1 2014, seconda giornata: Hamilton un fulmine. Disastro Ferrari [FOTO e VIDEO]

Test Bahrain F1 2014, seconda giornata

Nella seconda giornata di test in Bahrain, è ancora la Mercedes a fare la voce grossa. Lewis Hamilton, come del resto ieri Rosberg, ha girato più veloce di tutti fermando il cronometro col tempo di: 1:34.136. Il pilota inglese ha provato le nuove mescole della Pirelli stabilendo tempi fantastici. Se da una parte la Mercedes se la ride per l’affidabilità della propria vettura, gli altri team non possono far altro che piangere e leccarsi le ferite. La Ferrari di Alonso è durata solo 12 giri e ha dovuto alzare bandiera bianca ,già in mattinata, per un problema al telaio. Malissimo anche la Lotus che in due giorni di test ha fatto pochissimi giri. Magnussen con la McLaren ha chiuso terzo ma girando solo 26 giri. Ricciardo dopo una mattinata passata prevalentemente ai box, nel pomeriggio ha percorso un “long run”. Il suo miglior giro è stato comunque 3” più lento di quello di Hamilton. Insomma la Mercedes ancora una volta è stata irraggiungibile.

  • box ferrari tristemente vuoto
  • Alonso finisce i test
  • tempi della mattinata
  • hamilton
Guarda le foto e leggi l'articolo
Seguici