Formula 1 2014

GP USA F1 2014 ad Austin, prove libere 1 in diretta LIVE [FOTO] GP USA F1 2014 ad Austin, prove libere 1 in diretta LIVE [FOTO]

Terz’ultima sessione di prove libere 1 della stagione, quella che va in scena ad Austin, sede del Gran premio degli Usa 2014. I consueti 90 minuti saranno un po’ più poveri di protagonisti, stante l’assenza di Caterham e...

F1 News, Alonso: “Ho un piano ambizioso nella testa per il mio futuro”

F1 News, Alonso:

Il destino di Fernando Alonso per la stagione 2015 di Formula 1 continua a tenere banco. Le ragioni sono molteplici. Tra queste c’è quella che vede il pilota Ferrari molto impegnato nell’aggiungere pepe. Se non volesse dire nulla, potrebbe cazziare una volta per tutte i giornalisti invadenti assicurando loro che al momento opportuno sarà resa nota la decisione presa. Invece, lascia che i rumours impazzino e lancia giorno dopo giorno qualche indizio. Se tre settimane fa a Sochi sembrava già firmato l’accordo con la McLaren-Honda, ora riprendono corpo altri orizzonti come l’anno sabbatico o, addirittura, la permanenza a Maranello. Permanenza che metterebbe in crisi quel Vettel che ha già lasciato la Red Bull ed ha fatto capire di avere un accordo proprio con il Cavallino Rampante.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014 ad Austin, Ricciardo: “Stagione oltre le aspettative, Kvyat da non sottovalutare”

GP USA F1 2014, anteprima

Primo atto del week end del Gran premio degli USA, ad Austin. In conferenza stampa, largo al mercato, per gente come Grosjean che ancora spera in evoluzioni che lo portino via dalla Lotus, ma appare destinato a restare là dove si trova, per mancanza di alternative. Largo a chi, come Bottas, in un anno è passato dal marcare i primi punti iridati fino a diventare tra i più convincenti a ogni gran premio, la sorpresa 2014 insieme a Ricciardo. Largo anche a un Lewis Hamilton che sente avvicinarsi il titolo e con la pressione tutta su Rosberg, chiamato a rispondere dopo troppe battute a vuoto.

  • gp usa austin f1 2014
  • GP USA F1 2014, anteprima da Austin (1)
  • GP USA F1 2014, anteprima da Austin (2)
  • GP USA F1 2014, anteprima da Austin (3)
Guarda le foto e leggi l'articolo

Incidente Bianchi, Jules resta in condizioni critiche: le parole della famiglia

Jules Bianchi

E’ una situazione di stallo, che non vede evoluzione, quella di Jules Bianchi, sempre ricoverato in coma all’ospedale di Yokkaichi, dove il quadro clinico continua a essere critico e stabile. L’ultimo comunicato arriva a 25 giorni dal drammatico incidente di Suzuka, nel finale di gara, quando la Marussia è andata a sbattere contro un trattore nella via di fuga, impegnato nel recupero della Sauber di Sutil. «Saranno quattro settimane la prossima domenica dall’incidente di Jules, che resta al Mie General Medical Centre di Yokkaichi»: inizia così la nota per la stampa diramata dalla famiglia del pilota francese.

  • Jules Bianchi (64)
  • Jules Bianchi (73)
  • Jules Bianchi
  • Jules Bianchi (2)
  • Jules Bianchi (3)
  • Jules Bianchi (4)
Guarda le foto e leggi l'articolo

GP USA F1 2014, niente qualifiche per Vettel: caos regolamenti

Formula 1 Gp Usa 2013 Prove libere ad Austin

Detto in tutta onestà, l’assenza di Marussia e Caterham al Gp degli USA 2014 è un peccato perché traccia il viatico verso il quale è indirizzata la Formula 1, ma sportivamente parlando si perderà ben poco. Tuttavia, sorgono diversi problemi per quanto riguarda le qualifiche, tanto più se all’assenza di quattro monoposto si aggiunge una quinta, quella di Sebastian Vettel. E qui le cose già diventano più spinose dal profilo puramente sportivo. Il tedesco salterà la sessione del sabato poiché ad Austin la Red Bull monterà il sesto motore, andando oltre il limite previsto dal regolamento. La conseguenza è la partenza dalla pit-lane, così andranno a risparmiarsi i giri in Q1, Q2 e Q3, preservando il motore per la gara e gli ultimi due appuntamenti del mondiale.

Leggi l'articolo

F1 2015, imbarazzo FIA: Mercedes troppo forte per un recupero “legale” di Ferrari e Renault

Mercedes campione del mondo Costruttori

C’è una grana in più per la FIA. Come se non bastasse il rischio di una stagione 2015 di Formula 1 senza Caterham, Marussia ma forse anche Sauber e Force India che decreterebbe – di fatto – l’estinzione immediata della massima categoria motoristica internazionale, la Federazione guidata da Jean Todt deve fare i conti con la questione della imbarazzante supremazia Mercedes. I tedeschi, grazie anche ad investimenti fuori misura, hanno confezionato una power unit di livello infinitamente superiore a quella di Renault e Ferrari destinata dettar legge per almeno un lustro! Ve le immaginate altre 5-6 stagioni monopolizzate come questa? Significherebbe un calo inaccettabile di interesse ed audience. Giusto per indicare il primo dei problemi. D’altro canto, mantenendo le attuali regole del gioco, è assolutamente impossibile pensare che francesi e italiani possano ricucire il gap. L’unica soluzione sarebbe dar loro degli aiuti che, però, porterebbero ad infrangere le attuali regole. A grandi linee, sono questi i contorni della matassa.

  • Mercedes W05, muso
  • Mercedes F1 sospesa, Paul Veroude (1)
  • Mercedes F1 sospesa, Paul Veroude (2)
  • Mercedes F1 sospesa, Paul Veroude (3)
  • Mercedes F1 sospesa, Paul Veroude (4)
Guarda le foto e leggi l'articolo

F1 News, Ferrari: ufficiale lo sbarco in borsa separata da FCA nel 2015

test ferrari ocon fiorano 2014

Lo sbarco della Ferrari in Borsa, roba che rimbalzava nella bocca di Montezemolo da più di un decennio, diventa realtà a sole due settimane dall’insediamento ufficiale di Sergio Marchionne. In un comunicato ufficiale di FIAT Chrysler Automobiles si legge che, all’interno di un piano di ristrutturazione del capitale, il CdA ha approvato la separazione tra FCA e Ferrari S.p.A. La separazione verrà attuata attraverso l’offerta pubblica di una parte della partecipazione di FCA in Ferrari pari al 10% del capitale di Ferrari e la distribuzione della rimanente partecipazione di FCA in Ferrari agli azionisti di FCA”, si legge nel comunicato.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014, la storia: 2000-2013

GP Usa F1 2012 orari tv

AP/LaPresse

E’ una scommessa vinta, finora, quella di Ecclestone ad Austin. Riportare il Gran premio degli USA in calendario era operazione dal successo non scontato, tanto più guardando come si erano lasciati, pubblico yankee e massima formula. Dopo un esordio convincente e la gara del 2013 comunque interessante, il 2014 porterà il turbo come novità principale, insieme alla battaglia per il mondiale tra Hamilton e Rosberg.
Sono due mondi che non potrebbero essere più distanti, automobilismo statunitense ed europeo: lo spettatore americano, abituato ai duelli “grezzi” della Nascar, agli ovali, alla Indy 500, e dall’altro lato la complessità della Formula 1, lo spettacolo spesso assente, le difficoltà a capirne tutti gli aspetti.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014, Austin: sei un esperto? Fai il nostro QUIZ

Sebastian Vettel

Il Gran Premio degli USA 2014 si avvicina ed è ancora Austin a ospitare il Circus. In attesa che un giorno arrivi anche New York, la capitale del Texas ha regalato ottimi spunti nelle due edizioni corse finora. Dopo aver segnato gli orari per non perdere nemmeno un giro di pista, dopo aver studiato attentamente il circuito e quelli che saranno i temi caldi del week-end, adesso non resta che verificare la tua preparazione e metterti alla prova. Sei un vero esperto dei gran premi corsi finora negli States? Dimostralo con il nostro quiz. Dieci domande per premiare la conoscenza e scherzare sull’ignoranza: agli estremi, due titoli ambiti… Inizia il quiz e scopri tu stesso quali sono!

Inizia il quiz

F1 News, team al tracollo: Todt nella bufera! Torna a parlare Mosley

formula 1 scuderie in crisi economica griglia 18 team

Il Gran Premio degli USA 2014 di Formula 1 in programma domenica prossima vedrà al via solo 18 vetture. E’ questa la più clamorosa notizia dell’anno. Altro che il destino di Fernando Alonso, lo sbarco di Vettel in Ferrari o l’addio di Montezemolo… L’incubo si sta realizzando. La Force India è arrivata ad Austin per il rotto della cuffia, altrimenti le monoposto sarebbero state 16. Ciò significa che la F1 è ad un millimetro dalla propria implosione. Non è possibile pensare di offrire uno spettacolo di livello planetario con così poche macchine in pista. Max Mosley, ex presidente FIA, lo sapeva benissimo e come ultima mossa del proprio mandato concesse la licenza a tre team scalcinati come HRT, Marussia e Caterham (allora Lotus) pur di rimpolpare la griglia di partenza. Ora il discusso britannico interviene di nuovo e prova a dare qualche lezione al successore Jean Todt. L’ex AD Ferrari doveva essere il salvatore della baracca, sta diventando il carnefice finale.

Leggi l'articolo

F1 News, Ferrari: “Tante novità in vista del 2015″, Marchionne 1° giorno a Maranello

F1 News, Ferrari:

Ironia del destino, la Ferrari di Formula 1 atterra negli Stati Uniti proprio mentre Sergio Marchionne parcheggia a Maranello le proprie terga per la prima volta sulla poltrona di presidente. In vista del prossimo Gran Premio che si terrà ad Austin sul circuito delle Americhe, a parlare è Pat Fry che anticipa importanti novità tecniche ed un lavoro mirato già interamente alla monoposto del 2015: “Dopo le due gare di fila in Giappone e a Sochi abbiamo avuto tre settimane per preparare altri due appuntamenti consecutivi, negli Stati Uniti e in Brasile. Abbiamo sfruttato la settimana di lavoro in più per prepararci al meglio all’evento di Austin e sviluppare alcuni elementi da testare, ancora una volta allo scopo di ottimizzare le prestazioni e il lavoro di sviluppo della vettura, soprattutto in prospettiva 2015″, si legge su ferrari.com

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014 ad Austin: previsioni meteo

Formula 1 Gp Usa 2013 la gara ad Austin

Una caratteristica di Austin, sede del prossimo Gran premio degli USA, è l’ampia escursione termica che si registra tra le prime ore del mattino e il pomeriggio. L’edizione 2013 vide addirittura fitti banchi di nebbia ritardare il via delle prove libere, mentre quest’anno la situazione meteo si annuncia più regolare, pur con le stesse, elevate, differenze di temperatura.
Tre giorni all’insegna del bel tempo, con solamente alcuni frangenti di cielo nuvoloso, senza alcun rischio pioggia nel week end.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014 ad Austin: orari e programmazione tv

Formula 1 Gp Usa 2013 la gara ad Austin

Sarà l’evento della prima serata, il Gran premio degli USA ad Austin. Sabato e domenica, qualifiche e gara saranno trasmesse in diretta anche dalla Rai, oltre che da Sky Sport F1. Come di consueto, l’intero week end verrà seguito da Derapate con le dirette integrali, dalle prove libere 1 fino ai commenti del dopo-gara. Complice il fuso orario dettato dalla trasferta Oltreoceano, gli orari cambiano radicalmente rispetto agli appuntamenti europei, non resta che prendere nota e segnare sull’agenda la programmazione.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014: Pirelli prevede due pit stop ad Austin

GP USA F1 2014: Pirelli prevede due pit stop ad Austin

Nel prossimo fine settimana la Formula 1 torna per la terza volta nella sua storia sul Circuito delle Americhe di Austin. Su una delle piste moderne che più piacciono ai piloti andrà in scena il terzultimo duello in casa Mercedes tra Rosberg ed Hamilton. Forte del titolo costruttori già archiviato a Sochi, i tedeschi daranno maggiore libertà di battagliare ai loro piloti? Vedremo. Più dietro, invece, gli altri si spartiranno le briciole cercando di avere la meglio puntando, tra le altre cose, su un po’ di fortuna e su una miglior tattica di gara. La Pirelli ha portato per la prima volta mescole Medium e Soft anziché Hard come nelle volte precedenti. Per questo, secondo Paul Hembery, si vedranno due pit stop contro l’unico delle vecchie edizioni.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014, anteprima Austin: Rosberg, batti un colpo

anteprima gp usa f1 2014 austin

Dall’oscenità di Sochi, a un tracciato degno di questo nome: Austin. Il Gran premio degli USA porta Circus e appassionati su 5.516 metri di staccate, tornanti, curvoni da pennellare e variazioni altimetriche buoni per regalare un po’ di spettacolo, tanto più se si guarda alla scelta operata dalla Pirelli, con gomme morbide e medie disponibili per il week end al Circuit of Americas. I temi sportivi li analizzeremo a breve, prima, però, radiografiamo le 20 curve di Austin. Già la partenza offre qualcosa di diverso dal solito: dritto in salita, si stacca ai 300 orari per inserire la macchina nel tornantone a sinistra con punto di corda cieco.

Leggi l'articolo

GP USA F1 2014, Marussia e Caterham: niente Austin. Così funziona la terza macchina

Formula 1 Gp Usa 2013 la gara ad Austin

Difficile da spiegare agli americani, che riescono ad appassionarsi alle gare Nascar e alla Indy. Spiegare che Marussia e Caterham, ad Austin, il Gran premio degli USA non lo correranno perché le difficoltà finanziarie sono tali da non permettere di affrontare nemmeno i costi della trasferta – per il team di John Booth – mentre la verde Caterham è in amministrazione controllata.
I costi astronomici, questo il punto cruciale. Come risolvere il problema? La terza macchina diverrà realtà dal prossimo anno, è cosa pressoché certa, tuttavia, le modalità sono diverse da quelle che si prospettavano nelle scorse settimane. Una terza Ferrari o Red Bull? Non proprio.

Leggi l'articolo
Seguici