Schumacher news, parla Corinna: “Lasciate la nostra famiglia sola”

Schumacher news, parla Corinna: “Lasciate la nostra famiglia sola”
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Schumacher e Corinna

Contano poco le sensazioni, le voci, indiscrezioni, i sentito dire. Tanti, troppi, nelle ultime ore hanno rilanciato proclami ottimistici sulle condizioni cliniche di Michael Schumacher, in coma farmacologico ormai da 10 giorni a Grenoble, dov’è stato ricoverato dopo l’incidente sugli sci a Meribel.
I medici hanno chiaramente dichiarato come il quadro generale sia ancora critico benché stabile nella sua gravità: come dire, non peggiora – ed è un bene – ma la situazione iniziale non è che fosse propriamente rassicurante. Queste le certezze, il resto sono speculazioni e indiscrezioni ben auguranti. C’è un’altra certezza e riguarda il lato che forse è meno importante in questi giorni: come si è verificato l’incidente. Dalla procura di Albertville hanno fatto sapere che si terrà una conferenza stampa mercoledì 8 gennaio alle 11:00 per ragguagliare la stampa su quelle che sono le indagini in corso.

Si sa che oltre alla telecamera montata sul casco di Schumacher c’è un altro video, girato da uno sciatore, che riprenderebbe gli istanti della caduta. Se sia già stato vagliato dagli inquirenti o meno lo sapremo domani, mentre lo stesso sciatore ha confermato come stesse viaggiando ad andatura moderata al momento dell’impatto.

Tutte le vittorie in F1 in carriera di Michael Schumacher

  • Spa 1992
  • Estoril 1993
  • Brasile 1994
  • Pacifico 1994
  • Imola 1994
  • Monaco 1994

Poi c’è il dolore di una famiglia che si è stretta intorno al letto d’ospedale di Michael e, comprensibilmente, chiede rispetto e silenzio adesso. A parlare, per la prima volta da quando la triste vicenda ha avuto inizio, è Corinna Schumacher che ha rilasciato un comunicato stampa chiedendo un maggior controllo sulle informazioni che la stampa rilancia. «Per favore sosteneteci nella battaglia comune per Michael. E’ importante per me che scarichiate i dottori e l’ospedale [dalla pressione], così che possano lavorare in pace. Per favore credete alle dichiarazioni e lasciate la clinica. Lasciate la nostra famiglia da sola».
Non è facile trovarsi addosso flash dei fotografi ogni volta che si arriva al mattino in ospedale, è il caro prezzo da pagare per far parte della Leggenda, poco importa che siano momenti di gloria o di dramma. Tra informazione e avvoltoi, spesso – purtroppo – non si riesce a distinguere.

Fabiano Polimeni

Michael Schumacher, incidente: la velocità non era eccessiva

Lotta tra la vita e la morte Michael Schumacher a Grenoble. Il campione tedesco versa in condizioni critiche dopo che domenica mattina 29 dicembre 2013 alle 11:07 è stato protagonista di una caduta mentre sciava insieme al figlio Mick e altri amici sulle nevi di Meribel. I medici che hanno in cura Schumacher non si sbilanciano sul decorso clinico lasciando intendere che ogni ora, ogni minuto, può rappresentare un'evoluzione delle condizioni di salute dell'ex pilota. Schumi è mantenuto in ipotermia per ridurre la pressione intracranica e ha subito due interventi chirurgici.

FacebookTwitter

384

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 07/01/2014 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
genny85
Genny85 9 gennaio 2014 14:43

I pericoli per la vita di Schumi sono quasi completamente scongiurati, e questa è già una grande notizia. L’importante sarà poi il suo stato quando lo sveglieranno, speriamo bene ragazzi, dita super incrociate. Certo che a distanza di tanti giorni questa cosa che è successa mi sembra ancora surreale, da non credere.

Rispondi Segnala abuso
Seguici