F1, Ecclestone usa l’occhio nero per fare pubblicità all’orologio rubato

F1, Ecclestone usa l’occhio nero per fare pubblicità all’orologio rubato
  • Commenti (8)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

ecclestone picchiato

Standing ovation per Bernie Ecclestone. La rapina subita nei giorni scorsi con tanto di aggressione dalle chiare conseguenze sul volto (vedi foto con occhio nero, tumefatto) non solo non ha intaccato la sua voglia di darsi da fare ma anzi è stata presa al volo come ennesima occasione di business. Tra gli oggetti di valore rubati al patron del Circus, infatti, c’era l’orologio griffato F1 prodotto dall”azienda svizzera Hublot. Ecco: a partire da oggi e per i prossimi tre giorni, il faccione di Mister E. sarà sui principali giornali inglesi. Se non fosse stato chiaro fino ad ora, sapete adesso con che razza di uomo abbiamo a che fare!

RAPINA ECCLESTONE. Un paio di settimane fa, mentre stava rientrando a casa con la propria compagna nell’abitazione londinese vicina ad Hyde Park, Bernie Ecclestone è stato aggredito e rapinato da quattro malviventi ancora a piede libero. Manifestando evidente eccesso di “zelo” i ladri lo hanno ben menato non rendendosi conto che, ad ottanta anni suonati, il ricchissimo patron della F1 non avrebbe opposto alcuna resistenza. Inizialmente si parlò di una refurtiva, tra soldi e gioielli, superiore ai 200 mila Euro. Successivamente lo stesso Ecclestone ha smentito che avesse addosso quel capitale. Sicuramente tra gli oggetti che i rapinatori si sono intascati ci sono i gioielli di valore indossati da lui e dalla signorina che lo accompagnava. Tra questi, un Hublot, l’orologio ufficiale della F1.

OROLOGIO F1. In meno di una settimana, l’idea era nata, sviluppata, progettata e confezionata. Perché non approfittare della rapina per fare business? Perché non prendere il faccione tumefatto del neo ottantenne Ecclestone per dare risalto al marchio svizzero. Detto, fatto! Qui mostriamo la pubblicità come apparirà sui giornali britannici. Inevitabile lo slogan:“Guarda la gente cosa farebbe per un Hublot”. Il boss dell’azienda di orologi, Jean Claude Bivier, ha dichiarato che è stato lo stesso Ecclestone a proporre la propria foto ed a donarla per questa inedita campagna pubblicitaria che ha sicuramente… colpito nel segno.

ecclestone spot orologio f1

431

Fonte | topgear.com

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mer 08/12/2010 da

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
clacson
Clacson 8 dicembre 2010 10:03

Quando si dice che esiste gente capace di tirare fuori i soldi anche dalle pietre,daltronde se il buon Bernie e’ arrivato dove e’la dice lunga sul personaggio e su quanti peli ha sullo stomaco,un Paperon de Paperoni reale.

Rispondi Segnala abuso
Erro
Erro 8 dicembre 2010 10:17

é un mito!
Se i nostri politici fossero come lui saremmo noi la locomotiva d’Europa e non la Germania..

Rispondi Segnala abuso
Vator
Vator 8 dicembre 2010 10:42

applausi per Bernie.. Chapeau

Rispondi Segnala abuso
8 dicembre 2010 13:17

Secondo me è una trovata pubblicitaria. Anche l’aggressione non è mai avvenuta…il trucco fa miracoli.

Rispondi Segnala abuso
Ma_du_78 8 dicembre 2010 20:09

VOTO CLACSON

Rispondi Segnala abuso
Gianluca loves Ferrari
Gianluca 8 dicembre 2010 22:34

Ecclestone in questo caso è stato una povera vittima dei malviventi che lo hanno aggredito, però che idea disgustosa che ha avuto a farsi fotografare con l’occhio nero per pubblicizzare l’orologio che ha perso con la speranza di ritrovarlo!

Rispondi Segnala abuso
Vator
Vator 8 dicembre 2010 22:50

@ Gianluca: penso che Bernie abbia fatto la pubblicità non tanto per ritrovare l’orologio ma per intascarsi qualche altro soldino.. che poi sia moralmente discutibile è un conto, ma in merito a questa trovata strategia di marketing sinceramente ritengo quest’uomo un genio

Segnala abuso
Leo yeah
Leo yeah 11 dicembre 2010 11:00

che sciocchezza

Rispondi Segnala abuso
Seguici